rotate-mobile
Economia

Cariverona, l'impegno nel Banco al vaglio di Tremonti

Verdetto appeso ad un filo anche per l'inchiesta sul crac Bluterma del presidente Paolo Biasi

La risposta del ministero dell'Economia, Giulio Tremonti, alla Fondazione Cariverona sul rafforzamento nel Banco Popolare e sul parziale disimpegno in Unicredit sarà all'esame del board e del consiglio generale dell'ente rispettivamente il 27 e il 28 gennaio. Una richiesta di integrazioni a un'unica lettera inviata a dicembre al dicastero guidato da Tremonti sarebbe già sul tavolo del presidente dell'ente, Paolo Biasi, ma un'informativa completa ai consiglieri è prevista solo nelle riunioni di fine mese. Allora saranno note anche le condizioni dell'aumento di capitale del Banco Popolare e i consiglieri della fondazione potranno deliberare in che misura partecipare alla ricapitalizzazione da 2 miliardi di euro, anche alla luce di un eventuale emendamento al decreto Milleproporoghe, che il deputato veronese del Pd, Gianni Dal Moro, punta a presentare domani in commissione Bilancio del Senato, per superare la soglia massima dello 0,5% attualmente fissata dalla legge per gli investimenti in una popolare.


In quel caso le pressioni della Lega e del sindaco di Verona, Flavio Tosi, per un intervento massiccio, fino al 5% del capitale, nell'istituto guidato da Pier Francesco Saviotti, potrebbero farsi più concrete, al pari di una discesa sotto l'attuale 4,6% di Unicredit per reperire i 200 milioni necessari all'investimento. Non è invece detto che ai consigli di fine gennaio arrivino anche le proposte della commissione messa al lavoro per modificare lo statuto dell'ente e in particolare l'articolo sui requisiti di onorabilità. Tutto dipendenderà dall'esito dell'inchiesta per il crac di Bluterma e di Bluradia, due società del gruppo Biasi. L'ingegnere veronese è atteso oggi davanti al gup di Teramo per la prima vicenda e il 25 febbraio per Bluradia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cariverona, l'impegno nel Banco al vaglio di Tremonti

VeronaSera è in caricamento