Rissa in una discoteca bresciana, identificato l'aggressore veronese

La vittima è un ragazzo, che insieme ad un gruppo di amici, era partito dalla Val di Fiemme per raggiungere il locale. Il giovane sarebbe stato prima spintonato e poi picchiato e ha riportato traumi guaribili in dieci giorni

(Foto di repertorio)

Un ragazzo, classe '96, residente in provincia di Verona, è stato deferito all'autorità giudiziaria di Brescia per il reato di lesioni personali. Le sue iniziali sono A.Y., e secondo i carabinieri trentini di Cavalese sarebbe lui il responsabile di un'aggressione avvenuta nel marzo scorso in una discoteca bresciana.

La vittima è un giovane, che insieme ad un gruppo di amici, era partito dalla Val di Fiemme per raggiungere il locale, come riportato dall'agenzia giornalistica Opinione. Il ragazzo, per futili motivi, sarebbe stato prima spintonato e poi picchiato ed ha riportato traumi guaribili in dieci giorni. E dopo essere stato medicato, si è rivolto ai militari di Cavalese per ottenere giustizia.

I carabinieri trentini hanno svolto i loro accertamenti e, anche grazie ai filmati delle telecamere, avrebbero identificato l'aggressore e hanno quindi formalizzato le accusa a carico di A.Y..

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Veneto verso l'arancione? Come funziona il calcolo che divide le Regioni in aree di rischio

Torna su
VeronaSera è in caricamento