menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Foto di repertorio)

(Foto di repertorio)

Razzismo in una partita Under 15. Squadra di Cologna Veneta sanzionata

Multa di 200 euro e l'obbligo di giocare una partita a porte chiuse per la Giovane Cologna Veneta. A Castagnaro i suoi sostenitori hanno insultato l'arbitro Abdoumalik Yaya chiamandolo "scimmia"

Una multa di 200 euro e l'obbligo di giocare una partita a porte chiuse. Queste le sanzioni decise dal giudice sportivo Michela Franchi nei confronti della squadra di calcio veronese Giovane Cologna Veneta. La decisione è stata presa mercoledì scorso, 24 ottobre, e riguarda i fatti accaduti nella partita di sabato 20 ottobre del campionato Giovanissimi Provinciali Under 15. La Giovane Cologna Veneta giocava a Castagnaro e alla fine ha anche perso per 1-0 con rete di Salaro. La motivazione delle sanzioni è che «i sostenitori della Cologna Veneta proferivano cori con connotazione razzista nei confronti del direttore di gara e, in particolare, un sostenitore si riferiva all'arbitro chiamandolo spregiativamente "scimmia"», secondo quanto riportato dal giudice sportivo. L'arbitro in questione è Abdoumalik Yaya, della sezione di Legnago, il quale ha giustamente segnalato questo caso di razzismo, ora sanzionato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento