«Potrei ma non voglio», il nuovo brano del progetto veronese Follùcida

Il progetto è di Paolo Frigo, cantautore e autore già conosciuto come Circo San Vito. Prodotto da Simone Laurino, è stato scritto nella campagna veronese subito dopo il lockdown

È uscito il nuovo singolo di Follùcida, progetto di Paolo Frigo, cantautore e autore veronese già conosciuto come Circo San Vito. Prodotto da Simone Laurino, è stato scritto nella campagna veronese subito dopo il lockdown.

Se il precedente «Mi piace litigare» raccontava il desiderio di incontro e confronto, in «Potrei ma non voglio» si fanno strada cicatrici e frustrazione, figlie della stessa quarantena. La voglia di aprirsi al mondo c'è, ma su questa vince il desiderio di proteggersi. Vince la solitudine degli incontri online, dove il dialogo sembra piuttosto un arreso soliloquio, una speculazione mentale avvolta da un velo di diffidenza nei confronti di ciò che è altro.

Il brano si può ascoltare qui.

Paolo Frigo è un cantautore, comico ed autore nato in provincia di Verona lo stesso giorno di Fellini e Lynch. Da bambino ascolta gli 883, i Police, i Doors e i Rolling Stones. Scrive poesie e lettere d’amore rigorosamente platonico. A diciotto anni imbraccia il basso e suona nella band veronese Elicotrema che, dopo un inizio da cover band, si dedica a produzioni proprie sull’onda dello stoner rock. Nel 2005 fonda il suo progetto solista Circo San Vito, ispirato dai cantautori e dalle band alternative degli anni '90 e nel 2007 registra «Piangere Sul Latte Versandolo». Nel 2009 prepara un secondo album, salvo poi innamorarsi, fuggire all’estero, ritornare, diventare espertissimo in traslochi e progetti mai finiti. Attualmente sta producendo nuovi brani, mentre continua la sua attività di comico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Veneto verso l'arancione? Come funziona il calcolo che divide le Regioni in aree di rischio

Torna su
VeronaSera è in caricamento