Allarme Avis: calano le donazioni di sangue, cresce però la domanda

Gli ospedali scaligeri richiedono almeno 200 sacche di sangue al giorno laddove il sistema veronese ne garantisce una media di 180: quello manca deve provenire da altri centri del Veneto e rappresenta un costo a carico della sanità locale

Immagine generica

Forte preoccupazione a Verona per il calo delle donazioni di sangue (-2 % circa) a fronte di un aumento della domanda negli ospedali di quasi +1,5 %. A lanciare l’allarme è l’Avis Provinciale di Verona che denuncia un significativo segno negativo per le donazioni di sangue e plasma oltre alla chiusura di ben quattro Unità di raccolta sangue per la carenza di personale medico. Si tratta di Caprino Veronese, Isola della Scala, Villafranca e Malcesine.

Gli ospedali scaligeri sono un’eccellenza a livello nazionale per la chirurgia e i trapianti di organi che richiedono almeno 200 sacche di sangue al giorno, laddove il sistema veronese ne garantisce una media di 180: quello manca deve provenire da altri centri del Veneto e rappresenta un costo a carico della sanità locale.

La mancanza di personale medico e la chiusura delle Unità di raccolta sangue rappresentano un ostacolo ai tanti volontari donatori che compiono un gesto di altruismo per salvare vite.

Per chiarire e arrivare a un’urgente soluzione dello stato attuale con pesanti ricadute sugli ammalati, l’Avis provinciale di Verona organizza una conferenza stampa per giovedì 5 settembre, alle ore 10.30  nella sede Avis Provinciale Verona, Strada dell’Alpo, 105. All'evento parteciperanno: il dottor Pietro Girardi, direttore generale Ulss 9 Scaligera; il dottor Michele Montagnana, direttore Unità operativa complessa del Centro trasfusionale di Bussolengo; il dottor Fausto Bressan, Centro trasfusionale di San Bonifacio; e Michela Maggiolo, presidente Avis Provinciale Verona. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • La zona "gialla plus" di Zaia peggio di quella arancione? Commercianti aperti, senza clienti

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Coronavirus, a Verona tornano a salire i ricoveri in terapia intensiva

Torna su
VeronaSera è in caricamento