Torna "L'arte racconta i quartieri" e quest'anno i pittori vanno in centro per dipingere dal vivo

La città di Verona si trasformerà in una mostra estemporanea a cielo aperto

Locandina "L'arte racconta i quartieri"

Cavalletti e tele bianche spunteranno in ogni angolo. Per una giornata Verona si trasformerà in una mostra estemporanea a cielo aperto. L’occasione sarà il decennale del progetto “L’Arte racconta i quartieri”. Tutti i dettagli verranno rivelati martedì 7 maggio nel corso del convegno che si terrà a partire dalle 16.30 in Gran Guardia.

Il concorso pittorico, che da dieci anni punta a valorizzare le doti artistiche di professionisti e amatori, così come la conoscenza del territorio e dei quartieri, quest’anno si arricchisce di un evento del tutto particolare. Interamente dedicato alla pittura. La data fissata è quella del 7 settembre, in cui i partecipanti dovranno scegliere una delle location cittadine individuate dagli organizzatori, posizionare il proprio materiale e dipingere dal vivo, consegnando l’opera a fine giornata. Le iscrizioni apriranno lunedì 13 maggio, anche per gli studenti delle scuole veronesi.

Martedì pomeriggio, nel corso del convegno verranno illustrate tutte le modalità per partecipare. Interverranno, inoltre, i critici d’arte Maurizio Scudiero e Nicoletta Tamanini, il pittore Davide Antolini, lo scultore Sergio Capellini e le giornaliste Simonetta Chesini e Elena Cardinali. L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

L’iniziativa è organizzata dall’assessorato al Decentramento del Comune di Verona, in collaborazione con la Società di Belle Arti e con il sostegno di Fondazione Cattolica. A presentare il convegno in sala Arazzi sono stati l’assessore al Decentramento, Gianni Lollis presidente della Società Belle Arti di Verona, insieme al vicepresidente Rino Guandalini, Silvia Baccilieri per Fondazione Cattolica e Giuseppe Venturini dell’Ufficio scolastico provinciale.

«Sono felice di poter festeggiare quest’anno i 10 anni di un progetto che ho visto nascere e crescere. – ha detto l’assessore – Era da tempo che Verona non vedeva una estemporanea di pittura, un evento che attirerà l’attenzione e la curiosità non solo della cittadinanza ma anche dei turisti presenti. Un’occasione per tutti gli artisti e appassionati di partecipare ad un’iniziativa unica nel suo genere». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

Torna su
VeronaSera è in caricamento