Verona Airlink: il servizio che collega la stazione di Porta Nuova con l'aeroporto Catullo

Il servizio, che è già attivo, è stato presentato in città da Elisa De Berti, assessore veneto, Tiziano Baggio, direttore regionale Trenitalia Veneto, e Stefano Zaninelli direttore generale ATV. Presenti anche il sindaco Sboarina e l'assessore Zanotto

Uno dei momenti della presentazione

Verona Airlink è la nuova soluzione treno+bus che collega direttamente l’aeroporto internazionale di Verona Valerio Catullo alla stazione di Verona Porta Nuova e all’intera rete ferroviaria. Rientra nel progetto nazionale di intermodalità che mira ad agevolare l’interscambio ferro/gomma e facilitare l’accesso ai servizi attraverso l’acquisto di un unico biglietto.

Il servizio, già operativo, è stato presentato giovedì in città da Elisa De Berti, assessore ai lavori pubblici, infrastrutture e trasporti Regione del Veneto, Tiziano Baggio, direttore regionale Trenitalia Veneto, e Stefano Zaninelli direttore generale ATV.
Presenti il sindaco di Verona Federico Sboarina e il vice sindaco e assessore lavori pubblici e infrastrutture, viabilità e traffico, rapporti col consiglio Luca Zanotto.

Con il Verona Airlink è più facile “volare” fino all’aeroporto, comodamente e senza lo stress da traffico o parcheggio. Dalla stazione un comodo bus attende i viaggiatori per portarli direttamente al Catullo, in soli 15 minuti.
Il servizio offre 96 navette tutti i giorni, una ogni 20 minuti, 48 dalla stazione di Verona all’aeroporto, dalle 5.15 alle 22.50 e 48 per il percorso inverso, dalle 5.35 alle 23.10).
Le fermate del bus, facilmente individuabile dalla livrea “Verona Airlink”, sono a pochi metri dall’ingresso dell’aeroporto e nel piazzale antistante la stazione.
Tutti i servizi bus e treno sono equipaggiati con posti dedicati alle persone a mobilità ridotta.

IMG-20191211-WA0000-2

«Verona – sottolinea l’Assessore regionale Elisa De Berti - è uno dei poli turistici più importanti d'Italia e questo nuovo servizio costituisce un passo avanti significativo verso una mobilità fluida, semplice, costante nelle 24 ore. Una soluzione intermodale moderna, che agevola l'interscambio ferro/gomma e fa da precursore a quello che sarà il biglietto unico. Il tutto, non solo per collegare la stazione di Porta Nuova all'aeroporto Catullo, ma anche, sempre con la soluzione treno più bus, aree salienti della città come gli ospedali di borgo Roma e borgo Trento, Castel d'Azzano e Veronafiere. Ci si sposterà con molta più facilità, con i principali nodi logistici veronesi, Porta Nuova e il Catullo, connessi con il resto del tessuto urbano cittadino. Verona è città vocata alla modernità, e non c'è nulla di più moderno di una mobilità interconnessa e intermodale. Ringrazio il Comune di Verona che, con ATV, ha creduto alla possibilità di fare squadra con la Regione e Trenitalia. Risultato raggiunto. Lavorare in squadra paga».

«Oggi - ha affermato Tiziano Baggio - ritengo sia un giorno importante per Verona e il servizio di trasporto pubblico, un giorno che segna un ulteriore passo avanti per semplificare la vita di chi tutti i giorni si muove per vari motivi. ATV e Trenitalia si alleano per offrire servizi integrati, Verona Airlink e collegamenti intermodali, di più semplice fruizione per i cittadini, anticipando di fatto l’arrivo del biglietto unico regionale. Ci fa piacere quindi poter dare il via a questi servizi presentando nel contempo il nuovissimo treno Rock, il primo di 47 treni di questo tipo che Regione Veneto ha voluto per i propri cittadini e annunciare le nuove relazioni veloci tra Venezia e Verona disponibili dal 15 dicembre nelle fasce mattutine da sempre non disponibili per la circolazione dei treni. Nuovi treni, nuovi servizi e alleanza tra le aziende di TPL rappresentano il futuro che oggi inizia da Verona. Un mio particolare ringraziamento va quindi ad ATV». 

«Abbiamo subito accolto con entusiasmo la proposta di Trenitalia - è il commento del direttore generale di ATV, Stefano Zaninelli - perché siamo certi che grazie a questa partnership strategica il nostro collegamento “storico” tra la stazione di Porta Nuova e l’aeroporto Catullo - già oggi utilizzato ogni anno da oltre 200 mila passeggeri - potrà compiere un decisivo salto di qualità in termini di offerta rivolta alla clientela. Infatti l’integrazione tariffaria, che consentirà di acquistare un biglietto unico treno+bus direttamente dalla rete di vendita Trenitalia, rappresenta un importante valore aggiunto che facilita e rende più pratica la fruizione del servizio. Sarà naturalmente sempre possibile acquistare il normale biglietto della sola navetta dai consueti canali ATV. Contiamo inoltre che l’ingresso nel circuito comunicativo Trenitalia migliori la diffusione dell’informazione e quindi permetta di aumentare ulteriormente l’utilizzo del Verona Air Link. Molto importante, in chiave territoriale, anche la novità del biglietto integrato treno+bus per i principali poli attrattivi cittadini come la Fiera e gli ospedali».

IMG-20191211-WA0002-2

Il biglietto Verona Airlink si può acquistare su tutti i canali di vendita di Trenitalia impostando come stazione di arrivo/partenza “Verona Aeroporto” (sito internet trenitalia.com, App Trenitalia, self service in stazione, biglietterie, agenzie di viaggio abilitate, punti vendita LisPaga di Lottomatica, SisalPay e Tabacchi e Banca 5).

Ma le novità per il trasporto intermodale nella città scaligera non si esauriscono qui. Dal 21 dicembre saranno attivati servizi treno + bus da Verona Porta Nuova verso i principali ospedali e alcune località di interesse turistico: Policlinico Borgo Roma, Ospedale Borgo Trento, Castel D’Azzano e Verona Fiera.

L’offerta mira a incentivare l’utilizzo del treno da parte delle persone che già fruiscono del servizio bus urbano ed extraurbano di ATV.

Anche in questo caso il biglietto treno (regionale o AV) + bus sarà acquistabile su tutti i canali di vendita Trenitalia impostando di volta in volta come stazione di arrivo/partenza Verona Fiera, Verona Ospedale Borgo Trento, Verona Policlinico Borgo Roma o Verona Castel D’Azzano.

Infine, maggiori opportunità di viaggio sulla Venezia - Verona, una delle linee regionali a più forte domanda. Grazie all’introduzione graduale di due nuove coppie di treni, verrà coperta una fascia del mattino in cui attualmente non circolano treni. Una prima coppia circolerà dal 15 dicembre 2019, dal lunedì al venerdì, la seconda coppia circolerà inizialmente il sabato e i festivi e poi, dal 13 settembre 2020, tutti i giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IMG-20191211-WA0003-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus: 11 nuovi casi in Veneto e l'ospedale di Borgo Trento torna ad avere ricoverati

  • Coronavirus, crescono contagi a Verona. Una nuova vittima in Veneto

  • Ancora un violento temporale e forte vento nella notte su Verona e provincia

  • Temporali in arrivo dopo il gran caldo: stato di attenzione in Veneto fino a martedì

  • La sua ragazza non risponde e chiama il 112: trovata in una casa con droga e refurtiva

  • Coronavirus, un nuovo morto in Veneto e purtroppo è veronese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento