Giovedì, 21 Ottobre 2021
Sport Bardolino / Piazza Matteotti

Triathlon Internazionale di Bardolino: Sara Dossena e Aurelien Raphael trionfano

Sabato 20 giugno si è svolta la 32esima edizione della competizione sportiva che ha visto la partecipazione di oltre 1500 atleti provenienti da ogni nazione

Sabato 20 giugno 2015 si è svolta un’edizione da incorniciare, la trentaduesima, dell’evento multidisciplinare più amato d’Italia, lo storico Triathlon Internazionale di Bardolino. Il colore, il calore, la grinta, la fatica e la gioia pura sono stati gli ingredienti principali di questa manifestazione che per l’ennesima volta è riuscita a migliorarsi e a r?egalare agli atleti e al pubblico presenti uno spettacolo unico,? grazie al grande lavoro svolto da tutto lo staff organizzativo.

La prima partenza è stata data, puntualmente, a?lle 12.30 ?con uno s?tarter d’eccezione, il campionissimo della maratona azzurra G?ianni Poli,?che si è detto molto colpito dal fascino dell’evento e dal clima di vera festa sportiva che permea il lungolago. Dopo la batteria femminile, si sono susseguite una dopo l’altra tutte le altre maschili, suddivise per categorie d’età, ovviamente tutti dovendo percorrere lo stesso percorso di 1.500 metri nel L?ago di Garda,? su un tracciato perfettamente delineato da boette bianche e da boe arancioni grandi. Per quanto riguarda la gara femminile, E?lisa Battistoni ?è stata insieme a V?eronica Signorini ?la più veloce a uscire dall’acqua. Purtroppo la portacolori della 707 Triathlon è stata poi vittima di un malore all’inizio della frazione di corsa che l’ha costretta al ritiro. Due portacolori della DDS, M?ateja Simic,?la slovena alla ricerca del terzo sigillo a Bardolino, e I?laria Zane?sono uscite al 3° e 4° posto, mentre poco dietro di loro ecco la neo campionessa italiana di triathlon olimpico, A?nna Maria Mazzetti.? Il gruppo delle inseguitrici al termine del nuoto aveva circa 1′ ed era capeggiato da V?erena Steinhauser ?davanti alla tedesca R?enate Forstner?e a S?ara Dossena ?del 707 Triathlon, a caccia del primo alloro in una gara internazionale; ancora più staccata G?iorgia Priarone ?che farà poi un gran numero in bici rientrando sulle atlete che la precedevano. In bici, è rimasto invariato il vantaggio delle battistrada, ma sin da subito si è intuito che l?a lotta per la vittoria finale se la sarebbero giocata Mazzetti e Dossena, come successo a Farra d’Alpago due settimane prima in occasione dei Tricolori quando trionfò la portacolori delle Fiamme Oro. Dopo il ponticello, al passaggio dei 5 kilometri attiguo alla finish line, i?l vantaggio di Mazzetti si era quasi dimezzato e? Dossena non mollava la preda, lotta apertissima. Che si è decisa a? 1 chilometro dall’arrivo, quando Dossena ha superato Mazzetti? e l’ha staccata inesorabilmente, senza darle possibilità di attaccarsi. Un successo davvero meritato da Sara Dossena che s?i è così messa al collo finalmente la medaglia d’oro d?opo una serie piuttosto lunga di argenti. Vittoria ancor più preziosa proprio per la presenza della campionessa italiana Mazzetti che n?on si è certo risparmiata e ha fornito una prova più che buona. Al terzo posto, ha tenuto botta Mateja Simic che s?i è dovuta a sua volta difendere?dal tentativo di rientro di una pimpante Priarone, risalita fino al quarto posto.

Per quanto riguarda la gara maschile, il primo a uscire dall’acqua è stato il britannico Raoul Shaw seguito dal compagno di squadra del PPR Team Aurelien Raphael, quindi il campione d’Ucraina Sergiy Kurochkin, Gianluca Pozzati e lo junior dei Los Trigres Matias Montenegro. A seguire a pochissimi secondi, ecco il “Re di Bardolino” Vladimir Polikarpenko (Aquatica Torino), l’argentino della DDS Flavio Morandini, Andrea Secchiero, Tommaso Crivellaro, Marco Corrà, Giulio Pugliese e l’altro britannico Karl Shaw. Nei 40 chilometri di bici collinari, riescono a scappare via in tre (Pozzatti del CUS Trento e i due PPR Shaw e Aurelien): il trio è arrivato in T2 con circa 1 minuto sui diretti inseguitori e Pozzatti è stato il più lesto a scappar via per iniziare i 10 chilometri finali. Ci ha provato con coraggio,ma chilometro dopo chilometro è venuta fuori la classe cristallina del talentuoso francese Raphael, probabile olimpico francese e già vincitore a Bardolino nel 2012. Ed è così arrivato per lui il bis, in 1:55:15, con il suo compagno di squadra Shaw che ha completato l’opera arrivando dopo 6 secondi.L’alfiere delle Fiamme Oro Secchiero, autore del secondo parziale run,è risalito fino al terzo posto e ha preceduto di pochi secondi l’ucraino Kurochkin, costringendo Pozzatti alla quinta piazza.

In tutto, hanno portato a termine il 32° Triathlon Internazionale di Bardolino 135 donne e 1.237 uomini, provenienti da 23 nazioni, per un totale di 1.372 finisher!

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Triathlon Internazionale di Bardolino: Sara Dossena e Aurelien Raphael trionfano

VeronaSera è in caricamento