Sport Stadio / Via San Marco

Tezenis, con Treviglio arriva la quarta sconfitta. Perdollo: "Fiducia intatta nel progetto"

Il Responsabile area tecnica della Scaligera è intervenuto nelle ultime ore a difesa della squadra e dell'allenatore: "Quest’anno sarà un campionato diverso dall’anno scorso. Più sofferto, ma più lungo"

Nella sfida casalinga contro Treviglio, è arrivata la quarta sconfitta stagionale per la Tezenis Verona, uscita sconfitta dal proprio parquet con il risultato di 66-68. È sempre rimasta in equilibrio la gara del PalaOlimpia, con i padroni di casa che nel finale hanno sfiorato più volte l'aggancio dopo essere stati a lungo sotto nel punteggio. Miglior realizzatore dell’incontro Sorokas con 16 punti, per la Tezenis 14 di Da Ros e 12 di Rice. Tanta gente al palasport, tutta in piedi alle note della Marsigliese e nel minuto di silenzio in memoria della vittime degli attentati di venerdì sera a Parigi.

Questa nuova sconfitta ha creato qualche malumore intorno alla squadra ma il Responsabile area tecnica, Giorgio Pedrollo, ha voluto chiarire che la fiducia nel progetto è rimasta intatta: 

Perdere non piace a nessuno. Non piace a me, non piace ai tifosi, non piace alla società, non piace allo staff, non piace ai giocatori e non piace all’allenatore. Perdere significa che qualcosa non ha funzionato, che gli avversari sono stati più bravi di noi e il nostro obiettivo è quello di, in ogni partita, essere più bravi dell’avversario. Ma il processo di rifondazione e cambiamento che abbiamo attuato in estate prevedeva e continua a prevedere una fase di rodaggio. Tutto e subito, nello sport (e non solo), è impossibile. Nessuno meglio di noi lo sa. Un campionato di 30 partite più eventuali altre 15/20 partite di playoff, non ti permette di essere al 100% della forma ad inizio campionato, soprattutto se il tuo staff tecnico è nuovo, soprattutto se a parte il capitano, gli interpreti sono tutti nuovi. Ieri sera ho letto tanta negatività, processi, necessità di cambiare, di tagliare, ho letto critiche (probabilmente giuste), ho letto attacchi alla persona (assolutamente ingiusti). Sono vicino alla squadra ogni settimana, vedo come si allenano, vedo l’impegno e vedo che al momento hanno qualche difficoltà a mettere nei 40 minuti della domenica, tutto quello di buono che mettono negli allenamenti. Marco Crespi è un allenatore in cui crediamo ciecamente. Abbiamo scelto lui e non un altro perché secondo noi solo con lui avremmo potuto fare un percorso che ci avrebbe portato a giugno (e non a maggio) a giocarci le possibilità di fare quel salto che tutti vogliamo fare. Ciecamente non significa che non vediamo i problemi e le difficoltà che la squadra sta mostrando. Le critiche ci stanno e sono indice del fatto che ai veronesi sta a cuore questa squadra ma la classifica parla chiaro: 4 vittorie, 4 sconfitte, quinto posto. A 22 giornate dal termine della regular season e ad una settimana dallo scontro con la capolista, Mantova, sul nostro campo. Siamo una società solida e abbiamo fiducia nello staff, nei giocatori e abbiamo molta fiducia nell’allenatore. Quest’anno sarà un campionato diverso dall’anno scorso. Più sofferto, ma più lungo.

CRONACA - Palla a due. Treviglio parte meglio, avanti 16-7 dopo cinque minuti in cui la Tezenis segna con Da Ros (5) e Michelori. All’uscita dal minuto chiamato da Crespi ci pensa Spanghero da tre (10-16) a ridurre il divario. Rice (2’49”) firma i liberi del 12-16, Michelori (2’07”) quello del 13-16 con Treviglio che non trova più il canestro. Ricci mette in sospensione (59”) i due del 15-18, Michelori fa 17-18. C’è tempo per l’ultimo, infruttuoso, possesso di Treviglio.

Cortese in entrata sulla riga di fondo e Saccaggi da tre fanno 22-23 dopo due minuti, Marino con la sua seconda bomba dà di nuovo quattro punti di vantaggio a Treviglio che diventano due col canestro (5’45”) di Boscagin fino al 26-26 (5’07”) con la schiacciata di Chikoko sull’assist di Cortese. Nuova parità (4’39”) a 28 coi due liberi di Rice, Cortese riceve e schiaccia (4’14”) in contropiede l’assist (30-28) a tuttocampo di Chikoko che consegna alla Tezenis il sorpasso. Treviglio non riesce a tirare nei 24”, Spanghero (3’06”) infila i tre del 33-28. Manca 1’14” quando Chikoko va in panchina per il terzo fallo, Rice (37-32) apre l’ultimo minuto con due liberi. Da due segna Tambone (53”), all’intervallo è 37-36.

Treviglio comincia meglio anche il terzo periodo, avanti 44-48 a metà tempo. Si entra negli ultimi tre col canestro da sotto (48-51) di Chikoko, che a 1’36” mette con l’aiuto del tabellone il 50-51, ma all’ultima pausa si va sul 50-53.

Ultimo quarto. Saccaggi mette di determinazione in entrata il 52-53 (9’32”) ma la Tezenis non ha più la presenza sotto canestro di Michelori, fuori per cinque falli quando alla fine mancano più di otto minuti. Marino (7’31”) da tre dà a Treviglio (52-56) quattro punti di vantaggio. Segnano Da Ros e Chillo, mancano 6’07” quando la Tezenis chiede timeout. Cortese da post basso e in contropiede con una gran schiacciata (56-56) fa scattare in piedi i 3.346 del PalaOlimpia, ma Treviglio replica con un miniparziale di 5-0 che vale il 58-63. A 2’50” è Da Ros, dall’angolo, a mettere la bomba del 61-63, ma dall’altra parte Kyzlink restituisce il +4 a Treviglio. Mancano 2’09” quando Rice trova (63-65) un bel canestro, la Tezenis difende forte dall’altra parte, Cortese (59”) sbaglia il tiro dell’aggancio, a 31” Marino prova da tre e dopo il fallo di Spanghero sbaglia due dei tre liberi a sua disposizione. Timeout Tezenis, Boscagin mette subito in entrata (25”) il 65-66. Fallo di Rice (23”69), Tampone (65-68) fa due su due. Ultimo possesso alla Tezenis, Cortese dall’angolo manda sul ferro la bomba del potenziale pari, Rice (6’68”) subisce fallo, sbaglia i due liberi ma la Tezenis (5”67) ha comunque la rimessa in mano. Sorokas (4’67”) fa fallo su Cortese. Dentro il primo (66-68), sul ferro il secondo. Rimessa di Treviglio (4”48), la Tezenis ha la forza di conquistare subito palla. Ma è troppo tardi.

TEZENIS VERONA-REMER TREVIGLIO 66-68 (17-18, 37-36; 58-60)

Parziali: 17-18, 20-18; 13-17, 16-15

TEZENIS VERONA: Spanghero 9 (34’26”, 0/1, 3/5), Rice 12 (30’44”, 3/9, 0/4, 6/8), Boscagin 4 (20’45”, 2/4, 0/2), Da Ros 14 (27’24”, 5/9, 1/4, 1/2), Chikoko 6 (24’05”, 3/3, 0/2); Michelori 5 (15’36”, 2/3, 1/2 tl), Cortese 9 (22’07”, 4/5, 0/4, 1/2), Saccaggi 5 (12’22”, 1/1, 1/2), Ricci 2 (11’49”, 1/1, 0/6). Ne: Bernardi, Petronio, Ba. Allenatore: Crespi.

REMER TREVIGLIO: Marino 14 (34’08”, 2/6, 3/9, 1/3), Turel 5 (22’19”, 0/1, 1/2, 2/2), Kyzlink 14 (36’07”, 4/6, 2/5), Sorokas 16 (27’35”, 5/7, 0/1, 6/8), Rossi 8 (30’40”, 3/5, 0/1, 2/2); Tambone 4 (24’58”, 1/5, 0/3, 2/2), Chillo 7 (21’49”, 2/4, 1/3), Mezzanotte (1’23”), Savoldelli (56”). Ne: Spatti. Allenatore: Vertemati.

ARBITRI: Pazzaglia, Rudellat, Marota.

NOTE – Tiri totali: Tezenis 39% (26/66), Remer 41% (24/58). Tiri da due: Tezenis 57% (21/37), Remer 50% (17/34). Tiri da tre: Tezenis 17% (5/29), Remer 29% (7/24). Tiri liberi: Tezenis 64% (9/14), Remer 76% (13/17). Rimbalzi: Tezenis 35 (21 difensivi + 14 offensivi; Rice 7, Cortese, Michelori, Da Ros e Chikoko 5), Remer 35 (26+9; Sorokas 11, Rossi 9). Assist: Tezenis 11 (Spanghero 4), Remer 7 (Marino 3). Progressione: 7-14 al 5′, 28-28 al 15′, 44-48 al 25′, 58-60 al 35′. Uscito per 5 falli Michelori. Spettatori 3.346.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tezenis, con Treviglio arriva la quarta sconfitta. Perdollo: "Fiducia intatta nel progetto"

VeronaSera è in caricamento