La Tezenis torna a vincere in casa. Superata Orzinuovi per 90-88

I gialloblu ha condotto la prima metà del match, si sono fatti recuperare, ma negli ultimi cinque minuti si sono meritati il successo

Il riscaldamento delle due squadre all'Agsm Forum (Fermo immagine video Lnp)

La Tezenis Verona è ripartita e, dopo la vittoria di Roseto, ritrova il successo casalingo che mancava dal 20 novembre. Contro la Agribertocchi Orzinuovi, i gialloblu ha condotto la prima metà del match, si sono fatti recuperare, ma negli ultimi cinque minuti si sono meritati la vittoria per 90-88.

Ottimo primo quarto della Tezenis chiuso sul 24-15. Verona sfrutta meglio i suoi lunghi, Candussi e Jones, e trova punti e concretezza da Tomassini ed Hasbrouck. In difesa, l'obiettivo principale è quello di fermare il migliore attaccante di Orzinuovi, Miles, il quale gioca i suoi primi dieci minuti di gara segnando solo due punti.
L'Agribertocchi recupera qualche punto nel secondo quarto, terminato 51-46. L'inizio del parziale, però, è tutto della Tezenis che tocca il suo massimo vantaggio (+18) nella metà esatta del secondo quarto. La rimonta di Orzinuovi comincia con i canestri di Bossi e Parrillo, Verona ci mette una pezzo, ma le percentuali al tiro degli avversari tornano alte ed il match non può che riaprirsi.
Nel terzo quarto, Orzinuovi recupera altri due punti portandosi sul 69-66. La Tezenis parte con il piede con il piede giusto, grazie a Candussi ed Hasbrouck. Il vantaggio gialloblu torna a due cifre, ma alcune palle perse ridanno speranza agli avversari che si ricompattano attorno a Miles e si riportano ad un possesso di distanza.
Nell'ultimo quarto, l'Agribertocchi sorpassa grazie a Mekowulu. Poi, dal -6, la Tezenis ritrova la parità sul 76-76. Verona torna in davanti sull'80-78, ma Parrillo con un tiro da tre punti ribalta ancora il punteggio. Il finale è da brividi, ma i gialloblu hanno sangue freddo e con Jones e Rosselli si portano sull'84-81 quando mancano 32 secondi al termine. Il resto della gara è fatto solo di falli sistematici e tiri dalla lunetta fino al 90-88 finale.

Parto dagli ultimi cinque minuti che sono l'aspetto più importante e positivo che dobbiamo prendere da questa partita - ha commentato a fine gara l'allenatore della Tezenis Verona Andrea Diana - Siamo stati una squadra che ha reagito, che si è compattata e che ha portato a casa la vittoria. Una reazione importante, siamo stati bravi a gestire i possessi offensivi, segnando liberi importanti e commettendo falli intelligenti. Analizzando tutto l'incontro, abbiamo avuto un ottimo approccio, un ottimo primo quarto. Come spesso accade, creiamo un gap e troppo in fretta viene colmato; questo è un difetto grosso che dobbiamo toglierci. Dobbiamo prendere consistenza, fiducia e continuità dalla nostra difesa perché è quella che ci permette di non farci rimontare così in fretta. Oggi non l'abbiamo fatto nel secondo quarto ed a cavallo tra il terzo e l'ultimo quarto; questo è un aspetto che va migliorato in fretta perché non si possono avere sempre percentuali di tiro alte durante le partite.

Tezenis Verona – Agribertocchi Orzinuovi 90-88

Tezenis Verona: Bobby Ray Jones 22 (3/4, 1/2), Kenny Hasbrouck 19 (4/7, 1/7), Francesco Candussi 18 (7/12, 1/5), Giovanni Tomassini 10 (2/4, 2/6), Federico Loschi 8 (0/0, 2/5), Mattia Udom 6 (3/5, 0/2), Guido Rosselli 5 (2/2, 0/0), Roberto Prandin 2 (1/1, 0/1), Leonardo Beghini 0 (0/0, 0/0), Alessandro Morgillo 0 (0/0, 0/0), Davide Guglielmi 0 (0/0, 0/0).

Agribertocchi Orzinuovi: Christian Mekowulu 27 (9/13, 2/4), Stefano Bossi 21 (2/5, 2/5), Anthony Miles 18 (5/12, 1/4), Salvatore Parrillo 12 (0/1, 4/8), Matteo Negri 7 (2/7, 0/2), Giovanni Carenza 3 (1/3, 0/3), Lorenzo Galmarini 0 (0/1, 0/0), Giacomo Siberna 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Varaschin 0 (0/0, 0/0), Francesco Guerra 0 (0/0, 0/0).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

Torna su
VeronaSera è in caricamento