Sport

Battuta da Milano, Calzedonia riparte da Sora: «Tiriamo fuori l'orgoglio»

La BluVolley scende in campo alle ore 18 del giorno di Santo Stefano. «Per noi quest'anno non esistono partite facili: sono tutte come finali. Al di là del risultato dell'andata, non possiamo permetterci di sottovalutare l'avversario»

Radostin Stoytchev

Archiviata la sconfitta con Milano, la Calzedonia Verona è attesa alle ore 18 del giorno di Santo Stefano, dalla prima sfida del girone di ritorno tra le mura del PalaCoccia, casa di Sora, battuta all'esordio con un netto 3-0.

Queste le parole del tecnico gialloblù, Radostin Stoytchev, alla vigilia del match: «Abbiamo avuto solo due giorni di lavoro, ma ci sono tutti i giocatori a disposizione e abbiamo preparato la partita con Sora nel miglior modo possibile. Oggi è giornata di viaggio perchè nel pomeriggio prenderemo il treno verso Roma, quindi in realtà c'è stato solo un giorno e mezzo di lavoro. Ma sono convinto che in queste partite serva tirar fuori l'orgoglio e spirito di sacrificio, oltre alla preparazione fisica. Che gara mi aspetto? Difficile come tutte le altre, ovviamente. Per noi quest'anno non esistono partite facili: sono tutte come finali. Al di là del risultato dell'andata, non possiamo permetterci di sottovalutare l'avversario. Dovremo giocare la massimo senza abbassare la guardia. Viaggiare a Natale e giocare il 26? La prima vittoria che dobbiamo conquistare è quella con noi stessi e credo che chi voglia ottenere un risultato debba anche imparare a fare questi sacrifici. In questo momento non ci servono scusanti, ma solo tanta voglia di fare risultato».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Battuta da Milano, Calzedonia riparte da Sora: «Tiriamo fuori l'orgoglio»

VeronaSera è in caricamento