Martedì, 19 Ottobre 2021
Sport Via Colonnello Giovanni Fincato

Livorno - Hellas Verona 2-3 | Vittoria con brivido per i gialloblu allo stadio Picchi

Avanti di tre reti alla fine del primo tempo grazie a Jankovic, Romulo e Toni, gli scaligeri perdono la concentrazione per qualche minuto nel secondo tempo e subiscono due reti in un minuto. La formazione di Mandorlini riesce poi a ritrovare la giusta cattiveria e ad amministrare la gara

L'Hellas Verona esce vittorioso dallo stadio Picchi nella sfida contro il Livorno valida per la venticinquesima giornata del campionato di serie A. 

In un minuto di follia l'Hellas Verona ha rischiato di compromettere quanto di buono fatto nella giornata odierna. Nel primo tempo gli scaligeri sono stati gli assoluti padroni del campo, con Rafael rimasto inoperoso, mentre Bardi veniva tenuto costantemente in allerta dagli attaccanti ospiti, che in più di un'occasione hanno vinto il duello con i diretti marcatori. L'innesto di Marquinho a centrocampo poi ha dato subito i suoi frutti, con il brasiliano spesso al centro della manovra grazie anche alla sua dinamicità. I tre gol arrivati nell seconda metà della prima frazione di gioco sono quindi il giusto premio per quanto espresso nei 45 minuti iniziali.

Nella ripresa i padroni di casa hanno alzato il ritmo, senza però mettere veramente in difficoltà gli scaligeri, che hanno anzi rischiato di fare il quarto gol in un paio di occasioni. Ma in serie A i cali di tensione vengono quasi sempre puniti, così subito dopo il gol di Paulinho, la formazione scaligera si è appisolata, mentre il Livorno ha avuto il merito di crederci, riuscendo ad accorciare ulteriormente le distanze. Inutili poi gli assalti finali dei padroni di casa: ritrovata la concentrazione infatti i gialloblu sono riusciti a gestire la situazione.

PRIMO TEMPO - Nei primi minuti di gioco le due squadre si danno battaglia, in un match per ora molto equilibrato. Su calcio d'angolo al 9' Moras duella con Greco e con la punta del piede la mette fuori di poco con Bardi battuto. Al 14' la difesa amaranto rinvia su Romulo, il pallone arriva a Toni che insacca, ma l'arbitro annulla tutto per un millimetrico fuorigioco. Castellini al 19' affossa Romulo in area, arriva Toni e calcia a botta a sicura con Bardi che si salva in angolo, mentre Peruzzo non se la sente di fischiare un rigore che sembra essere solare. Jankovic al 21' trova Toni in area, ma il bomber non riesce a colpire bene al volo di sinistro e l'occasione sfuma. Un minuto dopo Bardi è chiamato a mettere in angolo un cross di Albertazzi deviato dalla difesa. Toni si gira in un fazzoletto al 25' e lascia partire il destro che sfiora il palo lontano. Donadel prova il tiro da fuori al 30' e Bardi è chiamato al grande intervento. Jankovic si accentra dalla sinistra al 33' e mette un potente tiro cross in area che Toni non tocca, ingannando così il portiere amaranto. Iturbe serve Romulo appena dentro l'area al 40', il brasiliano calcia di prima intenzione sfiorando il secondo palo con il suo rasoterra. Contropiede Hellas al 43': Iturbe sfonda centralmente, poi allarga per Toni che intelligentemente alza la testa, vede l'inserimento di Romulo che ha tutto il tempo di stoppare e insaccare. Iturbe a tutta velocità tiene in campo un pallone che sembrava perso sulla ripartenza al 46', entra in area e serve Toni per il più facile dei gol.

SECONDO TEMPO - Emeghara prova a sfondare al 48' per vie centrali ma il suo destro termina alto. Un minuto dopo è ancora Jankovic a strozzare troppo la conclusione. Il mancino di Duncan si spegne sul fondo al 51'. Iturbe prova a piazzarla al 54' ma il pallone esce di un nulla. Toni al 59' si smarca al limite e prova il sinistro, che obbliga il portiere amaranto ad un altro grande intervento. Paulinho si fa vedere subito dopo, con un destro deviato da fuori che esce di poco. Al 64' ancora Paulinho mette alla prova i riflessi di Rafael con un colpo di testa. Una corta respinta della difesa al 67' mette Marquinho in condizione di prendere la mira, ma il suo sinistro è alto. Al 72' Paulinho dal limite brucia Rafael con il destro. Il Verona tentenna e gli amaranto ne approfittano un minuto dopo: un'azione confusa finisce con il servire Greco che di sinistro la piazza sotto l'incrocio dei pali. Più convinto ora il Livorno che prova a raggiungere il pareggio, mentre gli ospiti cercano di chiudere gli spazi e ripartire. Donati per Toni al 92', che prova la girata sul primo palo senza fortuna.

LIVORNO - HELLAS VERONA 2-3

MARCATORI: Jankovic (HV) al 33', Romulo (HV) al 43', Toni (HV) al 46', Paulinho (L) al 72', Greco (L) al 73'

LIVORNO (3-5-2): 1 Bardi; 7 Castellini (dal 46' 21 Belfodil), 77 Rinaudo (dal 61' 3 Gemiti), 85 Coda; 11 Mesbah, 41 Duncan, 23 Emerson, 19 Greco, 15 Mbaye (dal 91' 14 Mosquera); 20 Emeghara, 9 Paulinho.

A disposizione: 22 Anania, 37 Aldegani, 16 Bartolini, 27 Biagianti, 29 Borja, 33 Valentini. Allenatore: Domenico Di Carlo.

HELLAS VERONA (4-3-3): 1 Rafael; 29 Cacciatore, 18 Moras, 25 Marques, 3 Albertazzi; 2 Romulo (dal 84' 5 Donati), 30 Donadel, 7 Marquinho; 15 Iturbe (dal 79' 26 Sala), 9 Toni, 11 Jankovic (dal 84' 21 Gomez Taleb).

A disposizione: 12 Nicolas, 98 Borra, 4 Pillud, 6 Martinho, 8 Cacia, 14 Cirigliano, 17 Donsah, 19 Rabusic, 33 Agostini. Allenatore: Andrea Mandorlini.

ARBITRO: Peruzzo di Schio.

AMMONITI: Emerson, Toni, Gemiti, Greco, Coda, Sala

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Livorno - Hellas Verona 2-3 | Vittoria con brivido per i gialloblu allo stadio Picchi

VeronaSera è in caricamento