Sport

Il nero che non piace: è polemica sulla terza divisa dell'Hellas

La società difende la sua scelta: non si tratta né di un colore ripreso dal ventennio fascista, né di un errore sul logo, sarebbero invece tutte citazioni del ricco passato della squadra scaligera

La nuova maglia nera dell'Hellas sembra proprio dividere la tifoseria. La terza divisa preparata dalla società non è infatti piaciuta a molti tifosi, che non hanno esitato a manifestare il loro dissenso. Le polemiche, comunque, sembrano animate da molte motivazioni diverse: c'è chi dice che è troppo legata al ventennio fascista, chi che è stato sbagliato il logo. In realtà, ci tiene a specificare la direzione dei gialloblù, dietro la terza divisa del Verona c'è uno studio approfondito. Non è vero, intanto, che si tratti della maglia del ventennio. In realtà il Verona fin dall'inizio della propria storia ha giocato con delle maglie nere. La prima divisa dell'Hellas era addirittura bianconera, cioè i colori della Bentegodi a cui l'Hellas era affiliato. Per quanto riguarda il marchio a colori invertiti, poi, anch'esso altro non è che un'altra citazione del ricco passato della squadra: questa forma del logo compare infatti in moltissime divise storiche.

Come testimonianza delle intenzioni della dirigenza, i vertici scaligeri hanno portato a sostegno della loro tesi molte fotografie che l'Associazione culturale Verona Hellas ha allegato e dato alla società come documento storico. Motivazioni valide o meno, buone intenzioni, voglia di ritrovare le proprie radici societarie, tutto questo conta comunque poco per i tanti tifosi indispettiti. D'altronde, si sa, davanti ai cambiamenti ci sarà sempre qualcuno che storce il naso e, forse, un simile attaccamento ai colori più "conosciuti" non può che essere l'ennesima prova di affetto di una delle tifoserie più appassionate d'Italia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nero che non piace: è polemica sulla terza divisa dell'Hellas

VeronaSera è in caricamento