rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Sport

Hellas: a Pavia un 1-1 che lascia tanto amaro in bocca

Al Verona non basta la prodezza di Russo. Mandorlini: "Un vero peccato, ma pensiamo gi a domenica"

Domenica in chiaroscuro per l’Hellas Verona. Tornato da Pavia con un punticino che muove sì la classifica, ma che lascia un bel po’ di amaro in bocca. Anche in virtù dei risultati arrivati dagli altri campi. Con il successo sul Como (2-0), infatti, la Salernitana mette la freccia e sorpassa in classifica proprio i gialloblù. Che però hanno accorciato di un punto il gap sull’Alessandria, terza e sconfitta a Monza (2-0).

Hellas a Pavia senza lo squalificato Ferrari, con Mandorlini che affida le chiavi dell’attacco a Pichlmann, supportato da Le Noci e Berrettoni. L’avvio del Verona è tambureggiante e si fa vedere più volte dalle parti di Facchin. Il Pavia, falcidiato dalle assenze, prova a rispondere con Ferretti e Caidi, ma i gialloblù si salvano. E dopo un’altra buona occasione per Pichlmann, trovano il vantaggio al 42’ grazie una bomba di Russo, favorito anche dalla deviazione di un avversario che mette fuori causa l’estremo difensore lombardo. Sembrerebbe una gara in discesa per l’Hellas, che anche nella ripresa ha più di una chance per chiudere la gara. Ma al 76’ la squadra di Carbone trova l’1-1 grazie a Blanchard, che è il più lesto di tutti dopo un batti e ribatti in area.

“C’è molta delusione”. Questo in sintesi il pensiero di mister Mandorlini. “È un vero peccato, stavamo per portare a casa questa partita, per strada sin qui abbiamo lasciato tanti punti – prosegue il tecnico -. L'amarezza però va smaltita in fretta, questa è la cosa importante. Dobbiamo recuperare al più presto le energie perché domenica ci aspetta un altro spareggio (col Lumezzane, ndr)". E proprio in vista di domenica, Mandorlini detta già la ricetta per conquistare l’intera posta e non gettare alle ortiche quanto di buono fatto sin qui. “Fisicamente stiamo bene, ma dobbiamo punire l'avversario nel momento opportuno - conclude -. Non siamo stati cattivi sotto porta, continuiamo a dirlo. Abbiamo altre due partite per migliorarci, poi vedremo cosa ci aspetta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hellas: a Pavia un 1-1 che lascia tanto amaro in bocca

VeronaSera è in caricamento