Sport Chievo / Piazza Chievo

Chievo Verona - Hellas Verona 1-1 | Pisano colpisce, Castro replica: il Derby finisce in parità

La rete, in fuorigioco, messa a segno dal terzino ha illuso gli uomini di Mandorlini, riportati sulla terra poi da Castro, che ha consegnato agli uomini di Maran il pareggio nella stracittadina

Finisce con una rete per ciascuno il Derby della Scala tra Chievo e Hellas Verona, valido per la settima giornata del campionato di serie A. 
Non è stata una partita spettacolare quella andata in scena sul prato del Bentegodi, che ha visto affrontarsi due squadre che stanno vivendo momenti diversi nelle rispettive stagioni. Il Chievo ha confermato di essere una squadra in salute e arcigna, con ancora qualche problema però negli ultimi 30 metri, l'Hellas invece ha tirato fuori il carattere ma le numerose assenze e una condizione fisica inferiore non gli hanno permesso di andare oltre a questo risultato. 
Le due formazioni hanno tirato fuori grinta e aggressività fin dai primi minuti del match, nei quali sono stati commessi anche diversi errori in fase di impostazione. I padroni di casa alla fine sono riusciti a prendere in mano il pallino del gioco, ma la formazione di Mandorlini non è rimasta a guardare ed ha provato a pungere ad ogni occasione. Ma, come detto in precedenza, la fase offensiva dell'undici di Maran sembra soffrire ancora un po' d'anemia, mentre il parco attaccanti scaligero, falcidiato dagli infortuni, manca di una vera punta: questo ha limitato le occasioni da rete create dalle due squadre, che spesso, giunte in prossimità dell'area avversaria, hanno sprecato malamente i loro possessi offensivi. 
Nella ripresa il Chievo ha provato a mettere sotto pressione i "cugini", che però si sono costruiti la prima vera palla gol con Gomez, che spreca uno splendido assist di Hallfredsson. La spinta clivense sale, ma il fortino di Mandorlini resiste, guidato da un Moras apparso a tratti insuperabile. Poi ecco l'episodio che non ti aspetti, con Pisano raggiunto dal prolungamento di testa dello stesso Moras: il terzino è in fuorigioco ma il guardalinee non lo vede e Doveri convalida il vantaggio. Paloschi e compagni allora partono alla carica e falliscono un paio di buone occasioni, fino a quando Castro non ribadisce in rete con un'incornata il traversone giunto da una produttiva corsia di sinistra. Nel frattempo Mandorlini snatura la sua squadra, lasciando solamente Siligardi come unico attaccante e difendendosi con un 5-4-1. Gli ultimi assalti del Chievo però trovano sempre la difesa scaligera pronta e nel finale l'Hellas prova anche il colpo di coda: Cesar devia il filtrante di Hallfredsson e Bizzarri compie un miracolo. La partita finisce lì, con un pareggio che va più stretto al Chievo, il favorito dei pronostici, ma che l'Hellas ha comunque meritato, mettendo in campo tutto l'orgoglio possibile. 
La classifica ora vede il club della diga a 12 punti, contro i 4 dei "cugini". 

PRIMO TEMPO - Le due squadre partono subito molto aggressive ma a rimetterci è la precisione nella manovra. Il pericolo lo crea l'Hellas al 7', quando un angolo di Viviani rimbalza addosso a Jankovic, che dall'interno dell'area piccola non riesce a concludere. Ripartenza Hellas al 11': l'azione manovrata porta Greco al tiro ma il suo sinistro a giro termina alto. Due minuti dopo il colpo di testa di Helander sul corner finisce sopra la traversa. Viviani ci prova dal limite al quarto d'ora, Bizzarri blocca in due tempi con qualche difficoltà. Sventola da lontanissimo di Rigoni al 18' e Rafael smanaccia in angolo. Un minuto dopo ci prova Birsa, il suo tiro viene deviato e l'estremo difensore brasiliano si salva con un colpo di reni. Palla persa malamente sulle trequarti dall'Hellas al 30', Paloschi viene servito in area ma spara alto. Troppo lungo il pallone di Rigoni per Castro al 41'. Facile da bloccare per Bizzarri il tiro scoccato da Sala al 46'.

SECONDO TEMPO - Meggiorini dalla sinistra la mette rasoterra al limite per Birsa al 47', che svirgola e spreca una buona occasione. Jankovic al 53' dal vertice sinistro mette un un interessante tiro-cross, sul qual non arriva nè Gomez nè Sala. Hallfredsson pesca meravigliosamente Gomez in area al 56', ma il suo stop è difettoso e Bizzarri può intervenire. Paloschi prova la deviazione di prima al 60' su punizione di Pepe: Rafael in due tempi blocca. Al 62' Paloschi non riesce a deviare in porta il rasoterra di Meggiorini. Subito dopo Hetemaj colpisce il palo dal fondo sinistro del campo con un traversone e sul ribaltamento di fronte Gamberini chiude all'ultimo su Gomez. Moras al 66' chiude sul 43 di Maran e subisce anche fallo. Gobbi e Paloschi triangolano al limite dell'area al 68' ma il terzino calcia alle stelle. La punizione di Viviani al 71', trova il prolungamento di Moras, Bizzarri esce a vuoto e Pisano, in probabile fuorigioco, insacca di testa. Cacciatore ci prova da fuori un minuto dopo, Rafael respinge e poi nega il tap in a Castro. Gobbi pesca Hetemaj al 78' con un  traversone dalla sinsitra ma il finlandese di testa non inquadra la porta. La torre di Meggiorini al 81' trova Paloschi, che viene però sbilanciato al momento dell'incornata e fallisce una grande occasione. Al 83' l'azione avvolgente dell'Hellas porta al tiro di Souprayen, la potenza c'è, la mira meno e l'occasione sfuma. Il traversone dalla sinistra di Gobbi trova stavolta il colpo di testa vincente di Castro al 84'. Al 90' Rafael si distende e respinge la precisia conclusione di Rigoni. Sul corner successivo di Pepe, Castro si avventa ancora sulla sfera con la testa ma questa volta non inquadra lo specchio della porta. Al 94' Cesar devia il filtrante di Hallfredsson e costringe Bizzarri ad un miracolo per evitare la rete del nuovo vantaggio del Verona.

CHIEVO VERONA - HELLAS VERONA 1-1

MARCATORI: Pisano (HV) al 71', Castro (CV) al 84'

CHIEVO VERONA (4-3-1-2): 1 Bizzarri; 21 Frey, 5 Gamberini (dal 70' 29 Cacciatore), 12 Cesar, 18 Gobbi; 19 Castro, 4 Rigoni, 56 Hetemaj (dal 84' 45 Inglese); 23 Birsa (dal 53' 7 Pepe); 43 Paloschi, 69 Meggiorini. 

A disposizione: 8 Radovanovic, 32 Bressan, 6 Pinzi, 11 Mattiello, 10 Christiansen, 3 Dainelli, 90 Seculin, 20 Sardo, 31 Pellissier, 45 Inglese. Allenatore: Rolando Maran. 

HELLAS (4-3-3): 1 Rafael; 3 Pisano, 18 Moras, 5 Helander, 69 Souprayen; 19 Greco, 24 Viviani, 10 Hallfredsson; 26 Sala (dal 80' 22 Bianchetti), 21 Juanito Gómez (dal 85' 27 Matuzalém), 7 Jankovic (dal 80' 16 Siligardi).  

A disposizione: 37 Coppola, 20 Zaccagni, 95 Gollini, 41 Claudio Winck, 27 Matuzalém, 6 Albertazzi, 13 Wszolek. Allenatore: Andrea Mandorlini. 

ARBITRO: Daniele Doveri di Roma. 

AMMONITI: Cesar, Gobbi, Meggiorini

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chievo Verona - Hellas Verona 1-1 | Pisano colpisce, Castro replica: il Derby finisce in parità

VeronaSera è in caricamento