Calcio

Tudor: «Rigore del Genoa inesistente. Ottenuto punti in trasferte difficili, sono orgoglioso della mia squadra»

Il tecnico gialloblù, a seguito del pareggio riacciuffato al Ferraris: «Se non sei squadra vera, se non hai gli attributi, il 3-3 non lo fai e subisci una beffa. Dobbiamo ancora migliorare, ma voglio fare i complimenti ai ragazzi»

Igor Tudor, alla sua prima settimana di panchina gialloblù, ha raccolto cinque punti in tre partite.

Nei suoi primi tre incontri da allenatore dell'Hellas, ha saputo delinare una serie importanti di risultati utili consecutivi, soprattutto se consideriamo la difficoltà delle gare e la distanza ravvicinata tra esse. La vittoria con la Roma e i pareggi contro Salernitana e Genoa lasciano di certo ben sperare per i prossimi incontri. Come sottolineato dallo stesso allenatore, però, alcune cose vanno migliorate, in particolare quella difesa che nei cali del secondo tempo concede troppi gol agli avversari. Lo si è visto al Ferraris, sul campo dei rossoblù di Ballardini: il Verona, doppiamente avanti con Simeone e Barak (su rigore), si è fatto totalmente sorprendere da una rimonta fuliminea che ha compromesso quanto di buono fatto per la prima ora abbondante di gioco. Criscito su penalty e Destro, autore di una doppietta, stavano per tagliare le gambe alla formazione scaligera, che ha saputo però agguantare il pari finale grazie al provvidenziale Kalinic, in gol di testa al minuto 91.

Queste le parole del tecnico croato al termine dell'incontro, riportate sul sito ufficiale del Club:

«Con Salernitana e Genoa 4 punti persi in tre giorni? Credo siano due punti guadagnati, malgrado le circostanze con cui sono arrivati. Avremmo sicuramente meritato di più vista la prestazione offerta anche questa sera, ma ci fa onore l’averci creduto fino alla fine senza mollare. Se non sei una squadra vera, se non hai gli attributi, il 3-3 non lo fai e subisci una beffa. Abbiamo ancora molto da lavorare per migliorare in alcune situazioni di gioco e colmare le nostre lacune per vincere in futuro partite come queste. Ma questa sera i ragazzi hanno dato tutto: sono orgoglioso della mia squadra.

Il calendario fitto di impegni vi ha penalizzato? Mercoledì notte siamo rientrati da Salerno e ieri siamo arrivati a Genova… Non fatemi aggiungere altro perché non voglio che passi il concetto che cerco alibi. Ripeto, sono molto contento della prestazione dei ragazzi e voglio fare loro i complimenti. Siamo riusciti a portare a casa questo punto strameritato, che ci va anche un po’ stretto. La reazione di stasera è un bel segnale. Alleno un gruppo di ragazzi con qualità e attributi: la mentalità con cui hanno affrontato la gara mi dà fiducia per il futuro».

Felice della sua prima rete in gialloblù Giovanni Simeone, che ha voluto ribadire la crescita del collettivo nelle ultime uscite:

«Cinque punti in sei giorni, un bottino importante. La squadra sta crescendo, si vede per come giochiamo quando scendiamo in campo. Poi in turni di campionato ravvicinati come questi, per una squadra come la nostra che ha un dispendio energetico elevato, può capitare che si possa prendere dei gol, ma sono convinto che nelle ultime tre partite la squadra abbia dimostrato di essere in crescita e vogliosa di lottare, ogni sera, siamo stati squadra contro ogni avversario. Il gruppo c’è.

Stasera il tuo primo gol con l’Hellas Verona. Che emozioni hai provato? Sono molto felice, ne avevo bisogno, non solo per me ma ovviamente anche per la squadra. Voglio rendermi utile in ogni modo, segnando o spendendomi con una corsa in più per i miei compagni.

Tre partite molto fisiche nel giro di meno di una settimana. Siamo una squadra che corre tanto e fisica nei contrasti, ci piace aggredire l’avversario e attaccarlo con determinazione, per cercare sempre di creare occasioni. Possiamo crescere nella gestione della gara, lavoreremo per riuscirci.

La prossima sfida di campionato contro lo Spezia? Sarà molto importante la prossima partita, prima della sosta vogliamo fare un ulteriore passo in avanti, a maggior ragione giocando davanti ai nostri tifosi, nel nostro stadio».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tudor: «Rigore del Genoa inesistente. Ottenuto punti in trasferte difficili, sono orgoglioso della mia squadra»

VeronaSera è in caricamento