menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Orsolini tenta la conclusione ostacolato da Magnani

Orsolini tenta la conclusione ostacolato da Magnani

Bologna - Hellas Verona 1-0 | Orsolini affonda gli scaligeri al Dall'Ara

Un rigore siglato dall'ala italiana nel primo tempo decide la sfida tra le due formazioni. Meno brillante del solito la squadra di Juric, che ha pagato soprattutto le assenze in mezzo al campo

Nella diciottesima giornata di Serie A è arrivata la quinta sconfitta in campionato per l'Hellas Verona, che è stato sconfitto allo stadio Dall'Ara dal Bologna con il risultato di 1-0. 

L'acciacco subito da Tameze nelle ore precedenti al match, ha acuito ulteriormente i problemi di Juric a centrocampo, dove già si contavano le assenze di Veloso, Vieira e Benassi. Il tecnico alla fine ha optato per Lazovic compagno di reparto di Ilic, con Dimarco a sinistra e Dawidowicz sulla linea difensiva. Il match ha preso il via su buoni ritmi e con un Bologna determinato, che ha cercato subito di prendere in mano il comando delle operazioni, mentre i gialloblu hanno risentito della mancanza di alcuni interpreti sul piano degli automatismi. Molto equilibrati i primi minuti e con pochissimi pericoli, con la formazione di Mihajlovic che dava l'impressione di essere più in palla rispetto agli avversari, ma forse troppo poco cattiva negli ultimi metri. Al 18' però il taglio di Orsolini ha sorpreso la retroguardia ospite, con Silvestri che prima ha ipnotizzato l'ala e poi è andato a chiudere su Soriano, atterrandolo: senza pensarci Mariani ha assegnato il rigore, che è stato trasformato dallo stesso Orsolini. 
Non ben affiatato nella fase difensiva, l'Hellas ha faticato non poco anche in quella di costruzione, non riuscendo a creare occasioni, al di là del traversone di Dimarco che ha attraversato l'area piccola al 26' prima di essere messo in corner da Dijks, anche quando ha avuto la possibilità di gestire la sfera. I ragazzi di Mihajlovic hanno approfittato del centrocampo "d'emergenza" degli scaligeri e presidiato con attenzione le fasce, riuscendo a proteggere il proprio portiere. Il tecnico dei felsinei non può dirsi altrettanto soddisfatto dell'altra fase, quella offensiva, che ha visto i suoi cincischiare un po' troppo negli ultimi metri e calciare poco a rete.  

I padroni di casa sono partiti meglio anche nella ripresa, mentre i ragazzi di Juric ci hanno messo qualche minuto a ritrovarsi, con Zaccagni guardato a vista e Kalinic preso nella morsa di Tomiyasu e Danilo. Così al 54' il recupero palla di Faraoni ha messo in moto Barak, che ha premiato l'inserimento centrale di Lazovic, ma il suo piatto si è spento a lato della porta di Skorupski. Sfumata un'importante occasione per gli scaligeri, il Bologna due minuti dopo è andato non lontano dal raddoppio con Dominguez, che ha visto la propria conclusione deviata in angolo. Combattuto e comunque abbastanza equilibrato, il match ha visto il Verona crescere nell'ultima mezzora e al 63' Kalinic ha sprecato la miglior occasione della partita, tirando su Skorupski dopo essere stato messo davanti alla porta da Dawidowicz. Due minuti dopo la punta croata ha gestito un altro pallone in area, sprecandolo nel tentativo di cercare l'inserimento di un centrocampista. Dopo un altro paio di conclusione del Bologna firmate da Barrow e Orsolini, a cui ha risposto Silvestri, la girandola dei cambi ha riportato Lazovic in fascia con Barak al fianco di Ilic. Più ordinata, la squadra di Juric ha cercato di lanciare gli ultimi assalti nel finale per cercare il pareggio, ottenendo solo l'esterno della rete colto da Di Carmine al 93', su servizio proprio di Lazovic. 

L'Hellas Verona trova la sua prima sconfitta in questo 2021, con la gara forse meno convincente della sua stagione. La formazione di Juric è apparsa in difficoltà in mezzo al campo, dove si sono concentrate le assenze, faticando così sia a dare la giusta copertura alla difesa, sia a trovare le giuste soluzioni per scardinare la difesa di Mihajlovic. Inoltre in quel paio di occasioni in cui i gialloblu sono riusciti ad arrivare davanti a Skorupski, Lazovic e Kalinic non hanno avuto la freddezza necessaria per battere il portiere. 
La classifica in ogni caso continua a sorridere all'Hellas Verona, che la prossima settimana affronterà il Napoli al Bentegodi. 

Il tabellino

BOLOGNA - HELLAS VERONA 1-0

MARCATORI: Orsolini (B) su rig. al 19'

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Tomiyasu, Danilo, Dijks; Schouten, Dominguez (dal 75' Svanberg); Orsolini (dal 75' Olsen), Soriano, Vignato (dall'84 Sansone); Barrow (dal 75' Palacio).
A disposizione: Da Costa, Breza, Hickey, Soumaoro, Paz, Poli, Baldursson, Kingsley. ALLENATORE: Siniša Mihajlovi?.

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Magnani, Günter, Dimarco (dal 74' Colley); Faraoni, Dawidowicz (dall'89' Bessa), Ili?, Lazovi?; Barák, Zaccagni; Kalini? (dal 69' Di Carmine).
A DISPOSIZIONE: Berardi, Pandur, Lovato, Salcedo, Di Carmine, Udogie, Çetin, Rüegg, Amione, Danzi. ALLENATORE: Ivan Juri?.

ARBITRO: Maurizio Mariani di Aprilia. 

AMMONITI: Zaccagni, Dijks. 

La cronaca

PRIMO TEMPO - Parte aggressivo il Bologna e dopo un minuto ci prova con Barrow: Silvestri blocca a terra. Dopo un buon inizio dei padroni di casa, l'Hellas cerca di guadagnare campo. Match equilibrato, buoni ritmi ma pochissime situazioni pericolose nel primo quarto d'ora. Girata di Orsolini fuori al 16' su assist di Vignato. Al 18' Orsolini taglia in area e Silvestri para, la sfera arriva a Soriano che viene steso dal portiere: rigore. Sul dischetto va lo stesso Orsolini che non sbaglia. Vacilla la difesa di Juric, che fatica a trovare le giuste contromisure contro i felsinei. Bologna ancora in pressione e pericolosa dal corner al 22', ma la retroguardia scaligera libera. Dijks mette fuori l'assist di Dimarco al 26': è il primo pericolo creato dai gialloblu. Gli ospiti cercano di prendere in mano la partita, ma il Bologna non vuole lasciare l'iniziativa. I gialloblu faticano a trovare sbocchi in avanti, più pericolosi gli avversari. 

SECONDO TEMPO - Buona ripartenza dei padroni di casa. Largo il tiro di Barrow al 50'. Come nella prima frazione, l'Hellas fatica ad impostare la sua trama. Al 54' la palla recuperata da Faraoni mette in moto Barak, che premia l'inserimento di Lazovic, ma il suo tiro da buona posizione non trova la porta. Il Bologna combina al 56' e porta Dominguez al tiro dall'interno dell'area: deviato in corner. Match sempre combattuto. Al 63' Dawidowicz vince un contrasto al limite e serve Kalinic, che si fa ipnotizzare da Skorupski e si divora il gol del pareggio. Al 65' è ancora Kalinic a gestire la sfera nell'area avversaria e a cercare un inserimento che non arriva. Al 71' l'imbucata di Dominguez trova Barrow che calcia da posizione defilata, ma Silvestri respinge di piede. Un minuto dopo il portiere respinge il tiro da lontano di Orsolini. Dopo i cambi, il Verona prova a spingere per cercare il pareggio. Inserimento e colpo di testa di Svanberg all'82': alto. L'Hellas continua a cercare senza fortuna la giusta soluzione offensiva. Di Carmine in anticipo sul primo palo al 93', servito da Lazovic, coglie solo l'esterno della rete. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento