rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Sport Torri del Benaco / Lungolago Vittorio Veneto

Bandiera del lago 2016. Da Torri è iniziata la stagione del Palio delle Bisse

Dopo la presentazione che si è tenuta al Teatro Cinecentrum e alla sfilata sul lungolago, ha preso nuovamente il via il campionato che si tiene sulle acque del Garda, giunto alla sua 49° edizione

Esordio in grande stile per il 49° campionato delle bisse a Torri del Benaco.
L’inizio del campionato, ha avuto come prologo la riunione di tutti gli atleti e dirigenti presso il Teatro Cinecentrum di Torri del Benaco, dove sono state presentate le novità da parte del Presidente della Lega Bisse del Garda, Marco Righettini, affiancato dai componenti il consiglio direttivo e dal Presidente della Commissione Tecnica Arbitrale Mario Bona (ex presidente della Lega Bisse del Garda e speaker delle regate), affiancati dal Giudice della Federazione Italiana Canottaggio Sedile Fisso, Thomas Cadei. Quindi tutti sul lungolago di Torri dove davanti ad un pubblico interessato è iniziata con la sfilata a terra dove facevano bella presenza il Gruppo Sbandieratori e Musici di Zeveto (Chiari), i rematori al completo, i presidenti delle Società ed in chiusura la Banda di Caprino.

Ad aprire la gara, dopo l’esecuzione dell’inno nazionale, suonato dalla banda di Caprino, è stata la batteria femminile che ha visto trionfare l’armo di Arilica con il sindaco di Peschiera Orietta Gaiulli in equipaggio. Piazza d’onore per Regina Adelaide di Garda che ha vinto la volata con Tulles di Torri, Sirenetta di Gardone Riviera, Ichtya (l’altra barca di Peschiera) e Angelica di Paratico d’Iseo hanno completato gli arrivi.

Nella prima batteria maschile della serata ha vinto Garda campione uscente, che ha come capobarca il re del remo Alberto Malfer che ha festeggiato i suoi 67 anni con questa vittoria. Il successo è arrivato al termine di un’estenuante duello con Berengario, la bissa di casa, che si è risolto solo all’ultima remata per pochi centesimi di secondo.
Dietro a Garda e Berengario si è piazzata, staccata al terzo posto, Villanella di Gargnano. Nella sua scia Ariel di Gardone Riviera e Sant’Angela Merici di Desenzano.

Nella terza regata Gardonese, la barca del presidente della Lega Bissse Marco Righettini, ha regolato in scioltezza Peschiera, l’iseana Clusanina, Ariolita di Peschiera, Sebina di Clusane d’Iseo e Foscarina di Gardone Riviera. In questa batteria erano rappresentate tre società con due equipaggi, quindi scontri in casa sin dalla prima competizione.

Nell’ultima regata della serata si è spenta del tutto la brezza che fino a quel momento aveva spazzato il campo di gara. Condizione che ha permesso a Carmagnola di Clusane di segnare il miglior tempo assoluto. Grifone di Sirmione ha cercato di contenere l’impeto dei vogatori sebini ma si è dovuto accontentare della seconda piazza. Terzo posto per Aires di Garda che ha preceduto Preonda di Bardolino. Quinta Paratico e sesta Gioia di Gargnano.

Al termine della competizione remiera è andato in scena un suggestivo spettacolo pirotecnico. Doppiamente soddisfatto il sindaco Stefano Nicotra. “Sono contento per lo svolgimento della manifestazione, tutto è andato bene e il maltempo ci ha risparmiato. Sono felice e fiero anche perché abbiamo concordato definitivamente che l’anno prossimo, in occasione del 50° anniversario della costituzione della Lega bisse del Garda, Torri ospiterà la tappa finale del campionato. Qui la tradizione delle bisse è molto sentita. Per questo è stata restaurata ed esposta proprio oggi, nel museo del castello, la storica bissa Berengario, quella che ha vinto la prima Bandiera per Torri nel 1972.”

La prossima sfida tra le Formula Uno della voga alla veneta è in programma sabato 18 giugno a Sirmione. Anche sul campo di regata della penisola cara a Catullo si sfideranno equipaggi sia maschili che femminili.

Locandina Sirmione 2016-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bandiera del lago 2016. Da Torri è iniziata la stagione del Palio delle Bisse

VeronaSera è in caricamento