Coronavirus e donazioni: molte le realtà veronesi vicine al sistema sanitario

Tra queste, anche quelle di Federalberghi Garda Veneto, l’Associazione Albergatori di Verona e Terremerse Nord Est

immagine generica

I cittadini veronesi sono molto vicini al servizio sanitario pubblico in questa battaglia quotidiana contro il COVID19, diverse infatti sono le donazioni che ogni giorno arrivano agli ospedali di Verona e provincia. Tra queste, anche quelle di Federalberghi Garda Veneto, l’Associazione Albergatori di Verona e Terremerse Nord Est.

In questo periodo di emergenza e nonostante la situazione non certo felice in cui versa il settore del turismo, Federalberghi Garda Veneto e l’Associazione Albergatori di Verona, entrambe aderenti a Confcommercio Verona, si sono mobilitate per sostenere il sistema sanitario, duramente messo alla prova dall’emergenza Coronavirus, devolvendo la somma di 5.000 euro a favore dell’Ospedale Orlandi di Bussolengo che ha visto recentemente la riapertura di due piani per accogliere circa 70 pazienti.L’Orlandi in questi ultimi anni è stato teatro di molte polemiche legate alla forte riduzione di posti letto voluti dalla Regione Veneto e alla chiusura del Pronto Soccorso. Le due associazioni di categoria legate al turismo hanno sempre sostenuto l’importanza di mantenere attiva la struttura ospedaliera di Bussolengo fondamentale per far fronte alle urgenze e ai bisogni sanitari dei milioni di turisti che visitano la città e il lago di Garda e che speriamo torneranno presto a farlo.

Non di meno, Terremerse Nord Est che ha effettuato una donazione di 15.000 euro in favore dell’Azienda Ospedaliera Universitaria integrata di Verona. Un modo per far sentire la vicinanza al personale della struttura veronese che sta fronteggiando senza sosta l’emergenza Covid-19, ma anche per dimostrare il sostegno di Terremerse Nord Est al territorio. Quel territorio in cui in questo momento, più che mai, ognuno è chiamato a fare la propria parte per superare tutti assieme il periodo “buio” in cui ci troviamo.

«Per le nostre capacità professionali, non abbiamo altro modo di ringraziare tutto il personale medico, infermieristico, sanitario se non facendo questa donazione. A loro tutti va il nostro pensiero quotidiano per come stanno affrontando carichi di lavoro eccezionali, con impegno, professionalità responsabilità».

Terremerse Nord Est, nel rispetto delle normative in vigore, sta continuando a lavorare per garantire la disponibilità dei prodotti e l’assistenza agronomica necessari perché il settore primario dell’agricoltura continui a essere produttivo. Oltre ad attuare tutte le misure di protezione individuali e le norme previste, l’azienda ha anche sottoscritto per i propri dipendenti un’assicurazione individuale ad hoc nello sfortunato caso in cui qualcuno dovesse essere colpito dal Coronavirus.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I supermercati più convenienti? Primeggia il Triveneto, ecco quali sono a Verona

  • Steakhouse: i tre migliori di Verona

  • Elezioni in Veneto: come si vota? Dal voto disgiunto alle preferenze, tutte le informazioni

  • Elezioni del 20 e 21 settembre 2020: come si potrà votare e per cosa

  • Scontro mortale tra un'auto e una bici: deceduto sul posto il ciclista

  • Citrobacter, provvedimento disciplinare alla direttrice della microbiologia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento