rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Salute Legnago / Via Carlo Gianella

Tumori del collo: giornata di visite gratuite e consulti anche all'ospedale di Legnago

Dopo Borgo Trento, anche il Mater Salutis ha lanciato l'iniziativa per la giornata di martedì 23 novembre, con l'obiettivo di sensibilizzare la popolazione su questo tipo di neoplasie, al momento al settimo posto fra le più comuni in Europa

In occasione della prima Giornata di sensibilizzazione sui tumori del collo, promossa dalla Società Italiana di Otorinolaringoiatria e Chirurgia Cervico-Facciale (SIOeChCF) per martedì 23 novembre, l’unità di Otorinolaringoiatria dell’ospedale Mater Salutis di Legnago, diretta dal dottor Francesco Fiorino, offrirà consulti gratuiti ai cittadini. Le visite, in programma dalle ore 8 alle 13 presso l'ambulatorio 13, si possono prenotare senza bisogno di impegnativa telefonando al CUP: 848 868686 da telefono fisso e 0442 606973 da cellulare.
Iniziativa promossa nello stesso giorno anche dall'Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona all'ospedale di Borgo Trento

Due gli obiettivi della campagna di sensibilizzazine: 

  • Il primo è quello di rendere consapevole la popolazione sull‘importanza di non sottovalutare la comparsa di un nodulo del collo e di rivolgersi al proprio medico per favorire la diagnosi precoce e quindi migliorare le prospettive di vita.
  • Il secondo, rivolto soprattutto alla categoria medico-sanitaria, è quello di considerare una massa cervicale nell’adulto come potenzialmente maligna fino a prova contraria, evitando studi diagnostici frammentati o focalizzati su cause specifiche.

I tumori della testa e del collo sono al settimo posto fra le neoplasie più comuni in Europa, con oltre 150mila nuovi casi diagnosticati nel 2012: circa la metà rispetto ai casi di tumore del polmone e il doppio rispetto a quelli di cancro del collo dell’utero. In Italia, i tumori della testa-collo rappresentano il 3% di tutti i tumori, con un‘incidenza di 18 nuovi casi all'anno ogni 100mila abitanti e una tendenza in crescita.
Per queste patologie si prevedono circa 9.500 nuovi casi e 4.500 decessi all’anno, con una frequenza media di tre volte superiore nei maschi e un‘incidenza che aumenta progressivamente con l'età a partire dai 50 anni. Il tasso di sopravvivenza è fortemente influenzato dalla precocità della diagnosi: 80-90% se diagnosticati entro i 5 anni, contro il 60% delle diagnosi tardive.
Il 75% di questi carcinomi è causato dal fumo di tabacco e dall'abuso alcolico con un effetto sinergico. Altri fattori sono esposizioni professionali (polveri di legno, lavorazioni del cuoio, amianto, nichel, …), certe infezioni virali come il papillomavirus (HPV) e il virus di Epstein-Bar (EBV) e l'esposizione a radiazioni ionizzanti o a inquinanti atmosferici. Altri fattori che ne favoririscono l’insorgenza possono essere una dieta povera di fibre vegetali e ricca di carni rosse, l‘obesità e una scarsa igiene orale. La comparsa di una tumefazione del collo può essere la prima manifestazione di un tumore della testa e del collo e costituire l'unica spia di un carcinoma del naso o della gola, di un linfoma, di un tumore tiroideo o di un tumore delle ghiandole salivari. La diagnosi tempestiva di una metastasi cervicale pertanto è fortemente raccomandata, perché un suo ritardo peggiora lo stadio e la prognosi della malattia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tumori del collo: giornata di visite gratuite e consulti anche all'ospedale di Legnago

VeronaSera è in caricamento