Al Teatro Nuovo di Verona in scena "Falstaff e il suo servo"

Il terzo spettacolo in cartellone al Teatro Nuovo di Verona, "Falstaff e il suo servo" di Nicola Fano e Antonio Calenda che cura anche la regia, è in programma dal 10 al 15 dicembre. Ne sono protagonisti Franco Branciaroli e Massimo De Francovich. Accanto a loro, sono in scena Valentina Violo, Valentina D’Andrea, Alessio Esposito e Matteo Baronchelli. Lo spettacolo è prodotto dal Centro Teatrale Bresciano, dal Teatro degli Incamminati e dal Teatro Stabile d’Abruzzo.

Falstaff, noto al pubblico soprattutto per Le allegre comari di Windsor, in realtà giganteggia in un’altra opera shakespeariana, Enrico IV. Alter ego di ogni grande protagonista del teatro di Shakespeare, il suo ossessivo ottimismo (quasi un Candido ante litteram) sconvolge il conflitto tra volontà e destino che permea l’opera del Bardo. «La volontà e il destino hanno vie differenti, e sempre i nostri calcoli sono buttati all’aria: i pensieri son nostri, non già gli esiti loro» fa dire Amleto a uno degli attori giunti a corte. Questa dicotomia – se sia più saggio assecondare il caso oppure opporvisi con le armi della ragione – contraddistingue quasi tutti i testi di Shakespeare. E contraddistingue le avventure di Falstaff (un uomo che confonde i piaceri con la natura e la furbizia con il caso) a cui è stato affiancato un servo che, come Iago, crede di potere addomesticare la realtà e, come Puck, pensa di potere “mettere una cintura al mondo”. Il conflitto fra questi due personaggi evoca altre coppie celebri di opere shakespeariane (Lear e il suo Matto, Iago e Roderigo, Antonio e Shylock) e del teatro in generale: da Don Giovanni e Sganarello a Vladimiro ed Estragone.

Lo spettacolo ripercorre gli ultimi giorni di vita di Falstaff (quelli prima della morte raccontata nell’Enrico V) ed evoca tutte le sue avventure. Ne viene fuori un catalogo delle beffe subite da Falstaff compresa quella finale di essere issato su un grande cavallo dal quale cadrà finendo definitivamente nella polvere e assecondando il piano del terribile servo intenzionato a diventare padrone.

Informazioni e contatti

Biglietti:

  • Teatro Nuovo, piazza Viviani 10 tel. 0458006100 dal lunedì al sabato dalle 15.30 alle 20.
  • Cinema Teatro Alcione, via Verdi 20 in orario di proiezioni, tel. 0458400848
  • Box Office, via Pallone 16 tel. 0458011154, www.boxofficelive.it
  • Circuito Geticket, elenco punti vendita su www.geticket.it
  • Sportelli Unicredit, elenco sportelli abilitati suwww.geticket.it
  • on line su www.geticket.it e tramite call center al numero 848002008

Web: https://www.teatronuovoverona.it/event/falstaff-e-il-suo-servo/

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • "Shakespeare e l'amore" in scena all'Arsenale di Verona

    • dal 6 al 9 August 2020
    • Arsenale di Verona
  • Lo spettacolo teatrale "Pinocchio" in scena al Forte Gisella

    • 20 August 2020
    • Forte Gisella

I più visti

  • A Pescantina l'84esima Sagra di San Lorenzo

    • fino a domani
    • Gratis
    • dal 7 al 10 August 2020
    • Vedi programma completo
  • "Contemporanee / Contemporanei", oltre 80 artisti in mostra al Polo Santa Marta

    • Gratis
    • dal 10 September 2019 al 10 March 2024
    • Polo Santa Marta
  • "Riscopriamo l’anfiteatro Arena", visite guidate gratuite per cittadini e turisti

    • dal 19 June al 20 September 2020
    • Arena di Verona
  • Al Museo Archeologico al Teatro Romano la mostra "Il fascino dei vetri romani"

    • dal 13 December 2019 al 27 September 2020
    • Museo Archeologico al Teatro Romano
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    VeronaSera è in caricamento