“Reality”, il reportage di Mariusz Szczygieł sbarca al Ristori con Deflorian/Tagliarini

Prosegue la stagione di Prosa del Teatro Ristori con il suo cartellone di spettacoli tutti in anteprima per il pubblico veronese. Venerdì 3 marzo alle ore 20.30 sul palcoscenico per la prima volta a Verona Daria Deflorian e Antonio Tagliarini, in arte Deflorian/Tagliarini.

I due autori, registi e performer, che hanno iniziato la loro collaborazione nel 2008 con un omaggio al teatro-danza di Pina Bausch, porteranno sulle scene del Ristori il fortunato “Reality”, il reportage di Mariusz Szczygieł, che è valso a Daria Deflorian il Premio Ubu 2012 come migliore attrice protagonista; e che ha al suo attivo una lunga tournée europea con la partecipazione, tra gli altri, al prestigioso Festival d’Automne di Parigi. I due, che dal 2015 sono impegnati in una tournée internazionale in Francia, Svizzera e Canada, hanno da poco debuttato a Roma con il nuovo lavoro “Il cielo non è un fondale”.

Su un palcoscenico spoglio, con pochi ed essenziali oggetti e con dei fari teatrali su piantana che loro stessi spostano, i due protagonisti spiazzano il pubblico, passando continuamente dalla finzione della scelta alla realtà del loro essere attori, presentandosi straniti e provocando sonore risate che, a poco a poco, si smorzano quando si entra nella storia di Janina Turek. Questa donna polacca, il giorno in cui il marito viene deportato ad Auschwitz decide di iniziare a scrivere diari. Per oltre cinquant’anni, annota minuziosamente su 748 quaderni, trovati alla sua morte nel 2000, “i dati” della sua vita: quante telefonate riceve e chi chiama (38.196); dove e chi incontra e saluta con un “buongiorno” (23.397); quanti appuntamenti fissa (1.922); quanti regali fa, a chi e di che genere (5.817); quante volte gioca a domino (19); quante volte va a teatro (110); quanti programmi televisivi vede (70.042).

Il testo prende avvio dal reportage dello scrittore polacco Mariusz Szczygieł che della storia di Janina Turek scrive: «Nella routine quotidiana succede sempre qualcosa. Sbrighiamo un’infinità di piccole incombenze senza aspettarci che lascino traccia nella nostra memoria, e ancor meno in quella degli altri. Le nostre azioni non vengono infatti svolte per restare nel ricordo, ma per necessità. Col tempo ogni fatica intrapresa in questo nostro quotidiano affaccendarsi viene consegnata all’ oblio. Questa donna aveva scelto come oggetto delle sue osservazioni proprio ciò che è quotidiano, e che pertanto passa inosservato».

Daria Deflorian e Antonio Tagliarini non mettono in scena un racconto teatrale, ma dialogano su quello che sanno e non sanno della loro protagonista, per creare una serie di «corto circuiti», come li definiscono, tra lei, loro e il pubblico attorno alla percezione di che cosa sia la realtà, sull’essere anonimi e unici, speciali e banali, sull’avere il quotidiano come orizzonte.

Teatro Ristori

Vicolo Valle 2/A, 37122 Verona 

045.6930000

www.teatroristori.org

(fonte foto Teatro Ristori)

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Arteven presenta: "Leopardi. Una vita al limite", spettacolo con Giacomo Rossetto

    • Gratis
    • dal 9 al 11 aprile 2021
    • Online
  • Fondazione Aida presenta lo spettacolo per ragazzi "Dov'è finita la mia ombra"

    • 18 aprile 2021
    • Online

I più visti

  • "Contemporanee / Contemporanei", oltre 80 artisti in mostra al Polo Santa Marta

    • Gratis
    • dal 10 settembre 2019 al 10 marzo 2024
    • Polo Santa Marta
  • Passeggiata guidata a Verona sulle colline degli Asburgo

    • solo oggi
    • 11 aprile 2021
    • Ritrovo davanti alla Chiesa di San Giorgio in Braida
  • Alla Galleria d'Arte Moderna la mostra dedicata a Ugo Zannoni a Verona

    • dal 2 febbraio al 31 dicembre 2021
    • Galleria d’Arte Moderna Achille Forti
  • Palazzo Maffei Casa Museo a Verona propone "La scienza nascosta nell'arte"

    • Gratis
    • dal 13 novembre 2020 al 15 giugno 2021
    • Online
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    VeronaSera è in caricamento