Accardo & Friends, le musiche di Gioachino Rossini al Teatro Salieri

Giovedì 7 aprile 2016 alle 20.45, si conclude la rassegna di musica della Stagione 2015-2016 del Teatro Salieri con uno dei più celebrati violinisti italiani Salvatore Accardo, con lui tre artisti di prima grandezza: Laura Gorna, violino Cecilia Radic violoncello  ed Ermanno Calzolari contrabbasso.

L’ensemble eseguirà una delle partiture più stupefacenti dell’Ottocento, per freschezza ed eleganza, soprattutto ricordando che a scriverla fu un dodicenne Gioachino Rossini, universalmente noto per le cangianti melodie, i ritmi travolgenti, i crescendo inarrestabili, era poco più che un bambino quando realizzò le sue sei Sonate a quattro: uno stupefacente momento creativo, non solo per l’ineccepibile livello tecnico, ma soprattutto per la forte individualità che già imprime all’opera. Nonostante tutte le convenzioni dell’epoca e qualche ingenuità strutturale, in essa si sente già il vero Rossini, sia nella ricca inventiva melodica, sia nello spirito che permea l’opera nel suo complesso. Elementi che vengono esaltati quando ad eseguirli sono artisti della levatura virtuosistica ed interpretativa di Salvatore Accardo e dei suoi “friends” di questa serata, che faranno avvertire come Rossini, sotto la brillante superficie della sua musica, abbia sempre inserito un modo di leggere il mondo e la realtà acuto, ironico e amaro, che fa di lui un artista vicino alla nostra sensibilità contemporanea.

salvatore accardo violino

Ore 20.00, al Ridotto del Teatro: Conversazioni sul concerto con storie, aneddoti e curiosità con Federico Pupo, direttore del Teatro Salieri.

Salvatore Accardo esordisce all’eta di 13 anni eseguendo in pubblico i Capricci di Paganini. A 15 anni vince il primo premio al Concorso di Ginevra e due anni dopo, nel 1958, e primo vincitore assoluto dall’epoca della sua istituzione del Concorso Paganini di Genova. Il suo vastissimo repertorio spazia dalla musica barocca a quella contemporanea. Compositori quali Sciarrino, Donatoni, Piston, Piazzolla, Xenakis gli hanno dedicato loro opere. Suona regolarmente con le maggiori Orchestre e i piu importanti Direttori, affiancando all’attivita di Solista quella di Direttore d’Orchestra. In questa veste ha lavorato con le piu importanti orchestre europee ed americane.

La passione per la musica da camera e l’interesse per i giovani lo hanno portato alla creazione del Quartetto Accardo nel 1992 e all’istituzione dei corsi di perfezionamento per strumenti ad arco della Fondazione W. Stauffer di Cremona nel 1986 insieme a Bruno Giuranna, Rocco Filippini e Franco Petracchi. Ha inoltre dato vita nel 1971 al Festival Le settimane Musicali Internazionali di Napoli in cui - primo esempio assoluto - il pubblico era ammesso alle prove, e al Festival di Cremona, interamente dedicato agli strumenti ad arco. Nel 1987 ha debuttato con grande successo come Direttore d’orchestra e successivamente ha diretto, fra l’altro, all’Opera di Roma, all’Opera di Monte Carlo, all’Opera di Lille, al Teatro di San Carlo a Napoli, al Festival Rossini di Pesaro, oltre a numerosi concerti sinfonici.

Oltre alle incisioni per la Deutsche Grammophon dei Capricci e dei Concerti per violino di Paganini con Charles Dutoit, Salvatore Accardo ha registrato per la Philips le Sonate e le Partite di Bach per violino solo, l’integrale dell’opera per violino e orchestra di Max Bruch con Kurt Masur, i concerti di Čajkovskij, Dvořak, Sibelius con Colin Davis, il concerto di Mendelssohn con Charles Dutoit e quelli di Brahms e Beethoven con Kurt Masur. Varie altre incisioni sono il frutto della collaborazione con le etichette ASV, Dynamic, EMI, Sony Classical, Collins Classic e Fone. Nel corso della sua prestigiosa carriera Salvatore Accardo ha ricevuto numerosi premi, tra cui il Premio Abbiati della critica italiana per le sue eccezionali interpretazioni.

Nel 1982 il Presidente della Repubblica Pertini lo ha nominato Cavaliere di Gran Croce, la piu alta onorificenza della Repubblica Italiana. In occasione delle celebrazioni del Bicentenario Paganiniano si e esibito in tutto il mondo suonando i 24 Capricci con il “Cannone”, violino di Guarneri Del Gesu appartenuto a Niccolo Paganini.

Durante la tournee effettuata in Estremo Oriente nel novembre 1996, il Conservatorio di Pechino lo ha nominato Most Honorable Professor. Nel 1999 e stato insignito dell’ordine Commandeur dans l’ordre du merit culturel, la piu alta onorificenza del Principato di Monaco. Nel 2002 gli e stato conferito il prestigioso premio Una vita per la Musica. Alla fine del 1996 Accardo ha ridato vita all’Orchestra da Camera Italiana (OCI), formata dai migliori allievi ed ex allievi dei corsi di perfezionamento dell’Accademia W. Stauffer di Cremona. Con essi ha inciso, nel corso del 1997, per la Warner Fonit “Il violino virtuoso in Italia” e “I Capolavori per violino e archi,” dischi che segnano il debutto discografico dell’OCI.

Nel corso del 1999 Accardo ha realizzato, in collaborazione con EMI Classics e l’Orchestra da Camera Italiana, la registrazione dell’integrale dei Concerti per violino e orchestra di Paganini; per Fone il Concerto per la Costituzione e nel 2003 l’Integrale delle opere per violino di Astor Piazzolla in 3 super audio cd. Dal 2007 ad oggi ha realizzato per Fone la seconda incisione delle Sonate e Partite per violino solo di J. S. Bach, la terza incisione dei 24 Capricci di Paganini (edizione originale) e la terza incisione delle Quattro Stagioni di A. Vivaldi (edizione Urtext) con l’OCI.

Tra il 2011 e il 2014 sono usciti per Deutsche Grammophon tre cofanetti dal titolo “L’Arte di Salvatore Accardo: una vita per il violino”, ritratto musicale dell’artista che raccoglie alcuni tra i piu famosi brani della letteratura violinistica di ogni epoca. Inoltre nel dicembre 2014 Decca ha pubblicato il cofanetto “In Concert”, che raccoglie concerti per violino eseguiti dal Maestro per Philips Classics, insieme a numerose registrazioni disponibili per la prima volta in CD.

Nell’ambito di un vasto progetto editoriale, le Edizioni Curci hanno recentemente pubblicato i Concerti per violino n. 3, 4 e 5 di Mozart (riduzione per violino e pianoforte), il Concerto op. 35 di Ciajkovskij e il Concerto op. 61 di Beethoven nella revisione e diteggiatura di Salvatore Accardo. Seguiranno gli altri concerti mozartiani e il Concerto op. 77 di Brahms. Salvatore Accardo suona un violino Guarneri del Gesu (ex “Hart” 1730).

INFORMAZIONI

Biglietti: da € 14 a € 25;

per gli under 18, prezzo speciale di 8 € per ogni categoria di posto.

I biglietti sono in vendita anche  al telefono, con carta di credito;

online, www.teatrosalieri.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • "Contemporanee / Contemporanei", oltre 80 artisti in mostra al Polo Santa Marta

    • Gratis
    • dal 10 settembre 2019 al 10 marzo 2024
    • Polo Santa Marta
  • Visite guidate in streaming attraverso i musei civici di Verona tutti i sabati fino a dicembre

    • dal 21 novembre al 19 dicembre 2020
    • Vedi programma completo
  • Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne: un mese di eventi

    • Gratis
    • dal 13 novembre al 15 dicembre 2020
    • Vedi programma completo
  • "Visti da vicino, visti sul web": sono i musei civici di Verona nelle case dei cittadini

    • Gratis
    • dal 12 novembre al 3 dicembre 2020
    • Online
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    VeronaSera è in caricamento