menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bardolino capitale del bodypainting, Matteo Arfanotti vince il concorso

Si è concluso a Bardolino, nell'ampio parco di Villa Carrara Bottagisio a due passi dal lago di Garda, la settima edizione dell'Italian Bodypainting, il Festival nazionale dei corpi dipinti

Un successo di pubblico e colori. Sotto la direzione artistica di Elena Tagliapietra, Fiorella Scatena e Flavio Bosco si è concluso a Bardolino, nell’ampio parco di Villa Carrara Bottagisio a due passi dal lago di Garda, la settima edizione dell’Italian Bodypainting, il Festival nazionale dei corpi dipinti. Una manifestazione che ha visto la partecipazione di trenta painter provenienti da varie parti d’Italia e dall’estero (Australia, Brasile, Spagna e Svizzera). Tutti hanno dato sfoggio della loro abilità trasformando i corpi nudi di modelle in vere e proprie opere d’arte. Vincitore finale del concorso “Maschere: tra realtà e finzione” è risultato Matteo Arfanotti di Fosdinovo, in provincia di Massa e Carrara, con l’opera “L’Oracolo”. Secondo posto per Giusy Campolungo, di Civitanova Marche, e terzo per Arianna Barlini, di Rimini. Per la miglior performance è stato premiato il team milanese di Ivart, che ha presentato una scena settecentesca veneziana. A far da corollario al campionato italiano la mostra fotografica a tema corpi dipinti, vinta da Federico Bellamoli, e le immagini di Andrea Peria, fotografo ufficiale del festival e vincitore del titolo mondiale 2011 per la fotografia specializzata nel body painting.

Un compito non facile per i giurati decretare i vincitori della settima edizione dell’Italian Bodypainting. Tra i giurati anche Johannes Stoetter, vincitore dell’ultima edizione, che ha avuto parole d’elogio per la manifestazione: “Si tratta di un Festival ben organizzato con un pubblico molto interessato e con dei painting di buon livello, altri meno”. “Un Campionato che cresce sotto i nostri occhi”, ha commentato Fiorella Scatena mentre Marco Licata, altro giurato, non ha nascosto lo stupore nel vedere un sempre maggior numero di artisti in gara, e per giunta con qualità oltre la media”. Tra gli ospiti della serata, condotta da Patrizia Sasso e ripresa dalle tv locali, i cantanti Patty Simon, Demis Facchinetti, terzo a Italian’s Got Talent, i Relight Orchestra con una performance al violino elettrico luminoso. Apprezzata la sfilata “Body Art Fashion”, unione tra moda, body painting e performance dell’australiana Karala B.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento