Nuove risorse per E-Distribuzione, che assume 14 neodiplomati in Veneto

«L’assunzione di questi neodiplomati rappresenta anche simbolicamente il nostro impegno a investire sui giovani, sulle risorse del territorio e in generale sull’Italia intera», ha detto Roberto Zanchi, responsabile per l’Area Nord

Un momento del percorso di addestramento

Sono 14 i giovani neodiplomati del Veneto assunti da E-Distribuzione con contratto di apprendistato professionalizzante per 36 mesi.
I neoassunti, tutti promossi con ottimi risultati, sono stati accolti dalla Responsabile People Business Partner Area Nord, Monica Zucchi, e dal referente del Centro, Maurizio Baldassa, presso il Centro Addestramento Operativo (CAO) di Scorzé (Ve), dove si svolgono le attività di formazione teoriche, finalizzate alla conoscenza del funzionamento dell’azienda, delle norme di sicurezza (comprese quelle per il pieno rispetto della normativa Covid-19) e tecnico- pratiche per essere pronti ad operare sul campo.

Nel rispetto della normativa COVID-19, e del costante impegno a promuovere e consolidare la cultura della salute e del­la sicurezza delle persone, l’azienda ha predisposto particolari aule all’aperto e percorsi di addestramento tutelanti per i neoassunti ma altresì idonei ad educare ad un approccio al contesto lavorativo pienamente rispettoso delle persone e degli ambienti in cui dovranno operare.

Il percorso si concluderà quindi con una settimana di formazione “On line” in virtual room, con la didattica a distanza. Dal 28 settembre le nuove risorse saranno assegnate alle rispettive Unità di destinazione, per iniziare un intenso periodo di affiancamento di 5 settimane. Successivamente verranno assunti a tempo indeterminato.

I 14 giovani sono destinati in tutte le province del Veneto, in particolare 2 presso la zona di Belluno-Treviso; 4 presso la zona di Verona-Vicenza; 4 presso la zona di Padova-Rovigo e 4 presso la zona di Venezia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Anche nei momenti più difficili per il nostro Paese – ha sottolineato Roberto Zanchi, responsabile per l’Area Nord della Società del Gruppo Enel che gestisce la rete a media e bassa tensione – E-Distribuzione ha rappresentato il punto di riferimento per la ripartenza del territorio. È accaduto con Vaia come in concomitanza con l’ultima emergenza sanitaria. L’assunzione di questi neodiplomati rappresenta anche simbolicamente il nostro impegno a investire sui giovani, sulle risorse del territorio e in generale sull’Italia intera. Siamo certi – ha concluso Zanchi – che l’innesto di queste giovani, carichi di entusiasmo e competenza, combinati con un contesto lavorativo sfidante ma ricco di opportunità, contribuirà a vincere le sfide della transizione energetica e dalla digitalizzazione di tutte le attività, comprese quelle relative alla distribuzione di energia elettrica a cittadini e imprese».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal reparto Covid-19 di Borgo Trento: «Sappiamo cosa ci aspetta per i prossimi mesi»

  • Quanta acqua devo bere al giorno? Ecco quello che non sapevi

  • Usa foto di un 15enne morto per adescare 13enne. Scoperto da Le Iene

  • Neonato abbandonato a notte fonda sul ciglio della strada a Verona

  • Sono due trentenni in grave difficoltà economica i genitori del bimbo abbandonato a Verona

  • Un morto ed un ferito per un incidente motociclistico a Caprino Veronese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento