menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Schianto sull'A14, muore una ragazza e il passeggero si salva

Di ritorno da un week end al mare la Yaris della ragazza, Ilaria Cuoghi, esce di strada e prende fuoco. Inutili i tentavi del passeggero, Silvio Scalam di strapparla alle fiamme

Viaggiano insieme in auto di ritorno da un week end al mare, quando all'improvviso la Toyota Yaris di Ilaria Cuoghi, 21 anni di San Pietro Polesine, è uscita di strada sulla A14, all'altezza di Solarolo in provincia di Ravenna. Insieme alla ragazza in auto c'era anche Silvio Scala, 29 anni di Casaleone, i due lavoravano insieme al negozio "Sorelle Ramonda" di Cerea e si erano conosciuti da poco, solo il secondo però potrà tornare sul luogo di lavoro.

La ragazza infatti è morta carbonizzata dalle fiamme propagatesi dall'impianto gpl,che non le hanno lasciato scampo. Silvio è riuscito a salvarsi, ma nonostante tutti i suoi sforzi non è riuscito a portare in salvo l'amica e collega. Il ragazzo ora è ricoverato all'ospedale di Imola, dove sono arrivati anche i familiari a dare il proprio sostegno e medici gli hanno riscontrato una serie di ferite, ustioni e fratture, guaribli in mese.

La dinamica dell'incidente non è ancora chiara e gli inquirenti stanno ancora indagando sulle cause del sinistro. I primi soccorritori, avvisati dagli automobilisti di passaggio, raccontano intorno alle ore 13.45 l'auto ha superato il casello di Faenza, dove ha iniziato a sbandare per poi uscire di strada carambolando sul terrapieno laterale dell'A14 e prendendo immediatamente fuoco. Non è stato facile per i vigili del fuoco domare le fiamme alimentate dal combustile dell'auto e che hanno stroncato la vita della giovane 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento