San Pietro in Cariano, accordo con Ater per valorizzare l'area di Nassar

Un progetto di riqualificazione ambientale grazie al quale verrà creato un percorso attrezzato, saranno messe a dimora nuove piante e saranno inserite anche arnie per le api

La presentazione del progetto

Ater Verona ha concesso in comodato d'uso gratuito e per cinque anni al Comune di San Pietro in Cariano un lotto di sua proprietà in località Nassar. L'iniziativa consentirà all’ente comunale di avviare un progetto di riqualificazione ambientale e di valorizzazione sociale.
L'area interessata si trova vicino all'immobile di proprietà Ater denominato Ex Molino Nassar, un complesso residenziale che è stato oggetto di completa riqualificazione da parte dell'ente, qualche anno fa. Il luogo ha valenza ambientale, storica e naturalistica e merita la giusta riqualificazione anche per la peculiare posizione in cui si trova. È infatti l'unica area presente nel territorio comunale di San Pietro in Cariano, adiacente al fiume Adige.

Ater Nassar, Presidente Buffo, progetto e Sindaco Zantedeschi-2
La presentazione del progetto da parte del presidente Ater Buffo (a sinistra) e del sindaco Zantedeschi (il secondo da destra)

Il presidente di Ater Damiano Buffo si è voluto complimentare con l'amministrazione carianese perché «il progetto di riqualificazione ambientale prevede una grande valorizzazione del patrimonio naturalistico della zona del fiume Adige, che lo rende forse unico nel suo genere e aperto alla conoscenza per tutti di una realtà naturale straordinaria, in quanto è previsto venga spiegata attraverso un percorso ben definito ed opportunamente attrezzato. Inoltre, il fatto che sia previsto di piantumare ed abbellire tutta l’area così che possa essere utilizzata anche dalle scuole, con l’inserimento anche di arnie per le api, consente di valorizzare anche nei confronti dei ragazzi, il nostro patrimonio naturalistico. Il posizionamento di alcune panchine con tavoli infine favorisce i momenti di aggregazione per gli anziani, per il gioco di società e l’incontro tra persone e compagnie eterogenee».
Il vicesindaco Luca Bonioli, assessore con delega all'ambiente, ha commentato: «È prevista l'attivazione di una collaborazione con il Canoa Club di Pescantina-Bussolengo per uscite mirate alla conoscenza del nostro fiume Adige, dell’ecosistema del luogo e del patrimonio ittico con visite guidate. È una grande opportunità, in collaborazione con il settore educativo e il settore ambiente, per valorizzare una parte dell’area attraverso progetti di natura sociale con i giovani e alcune famiglie residenti all'Ex Molino Nassar. Anche i pellegrini del Sentiero di Maria, che porta alla Madonna della Corona, potranno far sosta qui per un momento di ristoro, grazie alla collaborazione con la rettoria e la Diocesi di Verona».

Ater Nassar Zantedeschi e Buffo-2
(Zantedeschi e Buffo)

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento