Attualità Centro storico / Piazza Bra

Dalla Georgia a Verona per apprendere recupero e sviluppo urbano

Il vice sindaco e assessore ai Lavori pubblici Luca Zanotto, insieme all’architetto Viviana Tagetto, ha incontrato due autorità della repubblica autonoma asiatica, Tinatin Zoidze e Davit Zoidze

Un momento dell'incontro che si è tenuto a Palazzo Barbieri

Lo sviluppo e la conservazione urbanistica di Verona fanno scuola. La città scaligera è stata infatti scelta dal comune di Batumi, capoluogo della repubblica autonoma di Ajara in Georgia, come riferimento urbanistico per il recupero e la riconversione del suo centro abitato.

Per un confronto sul tema sono stati in visita, lunedì, a Palazzo Barbieri, due autorità della repubblica autonoma asiatica, Tinatin Zoidze e Davit Zoidze. Ad accompagnarli alcuni rappresentanti istituzionali e tecnici del comune della città di Batumi. Il gruppo è stato incontrato dal vice sindaco e assessore ai Lavori pubblici Luca Zanotto insieme all’architetto Viviana Tagetto, responsabile della direzione Edilizia monumentale e civile del comune, e al suo staff tecnico.

«Per noi è motivo di orgoglio essere un esempio in ambito urbanistico – spiega Zanotto – e siamo felici di poterli aiutare in questa nuova fase di sviluppo. In particolare, prendendo spunto anche dall’assetto urbano della nostra città, di riuscire a riconvertire ed avvicinare, a Batumi, due aree di edificato molto diverse tra loro. Da una parte, zone con case dei primi del ‘900, per la maggior parte in disuso e in forte degrado, dall’altra, quartieri moderni con grattaceli di venticinque piani. Una sfida che siamo lieti di poter condividere, fornendo informazioni sul nostro quadro normativo e sulle scelte urbanistiche che hanno portato all’attuale assetto della città».

georgia 2-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Georgia a Verona per apprendere recupero e sviluppo urbano

VeronaSera è in caricamento