menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Agron Hoti - ph Facebook

Agron Hoti - ph Facebook

Prendete Philippe Daverio, Bacciga, l'Hellas e avrete un quadro come un campo da calcetto

L’artista Agron Hoti presenta in Gran Guardia a Verona una tela da 800 metri quadri

Una tela d’autore di 800 metri quadri, esattamente come un campo da calcetto. Suddivisa in 800 pezzi unici da collezione venduti per beneficienza. Uno dei quali arriverà anche a Verona, per una tre giorni di sport, arte e solidarietà. Da domani a lunedì 14 ottobre, l’artista Agron Hoti sarà in Gran Guardia per un’iniziativa unica nel suo genere. Con lui, alcune delle sue opere e un frammento della grande tela realizzata durante l’evento nazionale "Notte dei Re" che si è tenuto a Roma. Il quadro sarà autografato anche da Philippe Daverio e dai giocatori dell’Hellas Verona e poi regalato ad Abeo. L’associazione, dopo l’inaugurazione di Villa Fantelli, ha in cantiere tanti altri progetti per i bambini oncologici.

Agron Hoti Andrea Bacciga Federico Sboarina Rando

La presentazione in Comune del progetto artistico

"EXXTRA", così si chiama la mostra scaligera che sarà aperta da domani a lunedì dalle 10 alle 20.30. Tutti potranno entrare gratuitamente e incontrare Agron Hoti che sarà disponibile per autografare 100 manifesti numerati con la riproduzione del frammento del quadro. Sarà possibile lasciare un’offerta libera: «Lo scopo – ha spiegato stamattina l’artista - è proprio quello di raccogliere più fondi possibili da devolvere all’associazione scaligera e ai loro bambini. Ho già in mente il prossimo obiettivo: realizzare un’opera grande come un campo da calcio vero e proprio, una tela da 7.600 metri quadri».

La mostra verrà inaugurata, domani pomeriggio alle ore 18.30, da Philippe Daverio, insieme alle autorità e a numerosi personaggi sportivi. Domenica 13 ottobre, alle 11, Agron Hoti incontrerà i bambini di Abeo. Lunedì 14 ottobre nel pomeriggio arriverà la squadra dell’Hellas Verona e alle ore 18.30 è previsto un aperitivo in musica con il dj Andrea Bragantini. Su un maxischermo un video racconterà come è nata ed è stata realizzata l’opera.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina a Palazzo Barbieri dal sindaco Federico Sboarina, insieme all’assessore allo Sport Filippo Rando e al consigliere Andrea Bacciga, promotore dell’evento. Presente anche l’artista Agron Hoti e il vicepresidente di Abeo Alberto Bagnani.

«Un’iniziativa unica nel suo genere per la particolarità dell’opera – ha detto il sindaco Federico Sboarina -, ma anche perché unisce arte e sport con una finalità sociale. Ringrazio l’artista per la sua disponibilità, ci siamo conosciuti tanti anni fa e ho seguito il suo percorso, sono certo che farà parlare ancora molto di sé con le sue opere. Sono orgoglioso che i fondi raccolti vadano ad Abeo che, dopo Villa Fantelli, ha in cantiere tanti altri progetti».

«Agron Hoti ha messo a disposizione il suo talento per una giusta causa – ha spiegato l'assessore Rando -. Sono certo che i veronesi dimostreranno la loro generosità, partecipando numerosi alla tre giorni». «Quando ho saputo dell’evento di Roma – ha concluso il consigliere Bacciga – ero sicuro che potesse trovare anche a Verona l’interesse di tutti. Ancora una volta scendiamo in campo per sostenere il volontariato scaligero».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento