rotate-mobile
Attualità Peschiera del Garda

Mattarella nomina Alfieri della Repubblica dagli ultimi 3 anni, tra cui un veronese

A causa della pandemia, le onorificenze del 2019 e 2020 non erano state consegnate. Mattarella ha rimediato nella cerimonia di quest'anno, premiando anche Pietro Zuccotti di Peschiera del Garda

A causa della pandemia, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella non aveva potuto consegnare l'attestato d'onore ai giovani Alfieri della Repubblica insigniti nel 2019 e nel 2020. Il capo dello Stato però ha rimediato oggi, 14 dicembre, nominando gli Alfieri della Repubblica di quest'anno ed anche dei due anni passati.
Tra di loro c'è anche un veronese: Pietro Zuccotti di Peschiera del Garda. Nel 2019, era stato nominato Alfiere «per il talento e la dedizione nella promozione del territorio, il rispetto dell'ambiente e nel far crescere il senso civico tra i giovani». Oggi, Pietro Zuccotti ha finalmente ottenuto la nomina ufficiale da parte del presidente Mattarella.

Otto, gli Alfieri provenienti dal Veneto. Oltre a Pietro Zuccotti, erano stati nominati nel 2019 anche Alice Andreanelli di Venezia e Sofia Ferrarese di Brugine (Padova). Nel 2020, gli Alfieri della Repubblica veneti erano stati Nicolò Brizzolari di Rovigo, Francis Fernando Chkrawarthige Praveen di Pove del Grappa (Vicenza), Antonio Maria Granieri di Vigonza (Padova) e Mattia Piccoli di Concordia Sagittaria (Venezia). L'ottavo alfiere, l'unico veneto di quest'anno, è invece Andrea Pigato, di Romano d’Ezzelino (Vicenza).
«Veri esempi di impegno civico - ha commentato il presidente della Regione Luca Zaia - Sono l'immagine della nostra regione, del suo futuro, di quello spirito di solidarietà che è proprio della nostra gente. Mi congratulo con loro e riconfermo tutto l'apprezzamento e l'ammirazione per lo spirito di volontariato che testimoniano quotidianamente, dimostrandosi un modello per tutti i cittadini. Sono certo che il titolo ricevuto da questi giovani sarà una ulteriore spinta a insistere nell’impegno a favore della società. Come amo spesso ripetere, tra i giovani di oggi c’è chi sarà domani un professore universitario, un presidente della Regione, un professionista affermato o comunque un lavoratore impegnato in mille altri ruoli. Questi Alfieri rappresentano tantissimi loro coetanei e ci assicurano che il nostro futuro è in ottime mani».

E quelle agli Alfieri della Repubblica non sono state le uniche onorificenze consegnate oggi. Il prefetto di Verona Donato Cafagna ha infatti decorato Al Merito della Repubblica Italiana 30 veronesi. E domani sarà la volta delle Stelle Al Merito del Lavoro, che saranno consegnate sempre per mano del prefetto Cafagna a 34 residenti in provincia di Verona.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mattarella nomina Alfieri della Repubblica dagli ultimi 3 anni, tra cui un veronese

VeronaSera è in caricamento