menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sindaco, Padovani e Lollis con una pittrice in piazza dei Signori

Sindaco, Padovani e Lollis con una pittrice in piazza dei Signori

Artisti in giro per la città "armati" di pennello per il concorso "Voria piturar Verona"

«Dopo il successo della prima edizione, abbiamo pensato di riproporre il concorso per dar spazio e visibilità agli artisti, così come per riscoprire, attraverso la loro creatività e arte, tanti angoli di Verona»

Non sono passati inosservati gli artisti che sabato mattina hanno invaso la città con pennelli e cavalletti.
Si è svolta il 26 settembre infatti la seconda edizione di ‘Voria piturar Verona’, il concorso estemporaneo ideato dall’Amministrazione comunale, dove gli artisti dipingono a cielo aperto, prendendo ispirazione da scorci, panorami, angoli nascosti o momenti di vita quotidiana della città.

All’aperto, le diverse postazioni del centro storico, da piazza Bra a lungadige San Giorgio, hanno assicurato il distanziamento sociale.

Ora spetta alla giuria selezionare le opere che avranno meglio interpretato lo spirito del concorso. E premiare i vincitori, con buoni acquisto da mille a 100 euro. Tutte le opere realizzate verranno esposte al pubblico, dal 9 al 21 ottobre, all’interno della chiesa di San Pietro Incarnario.
A curiosare tra le opere in creazione in piazza dei Signori, si è recato il sindaco Federico Sboarina insieme all’assessore al Decentramento Marco Padovani. Presente il presidente della Società di Belle Arti Verona Gianni Lollis.
L’iniziativa è realizzata nell’ambito della manifestazione ‘L'Arte Racconta i Quartieri’, organizzata dall’assessorato al Decentramento, in collaborazione con la Società di Belle Arti di Verona e con il sostegno di Fondazione Cattolica Assicurazioni.

«Continuiamo a proporre iniziative per rendere viva la nostra città –afferma il sindaco -. Per questo concorso sono arrivati artisti da fuori città, la pittura all’aperto è una sfida tutt’altro che semplice ma la bellezza dei paesaggi e dei panorami di Verona è unica».

«Dopo il successo della prima edizione - afferma l'assessore al Decentramento -, abbiamo pensato di riproporre il concorso per dar spazio e visibilità agli artisti, così come per riscoprire, attraverso la loro creatività e arte, tanti angoli di Verona. Tutte le opere saranno poi visibili in un'unica mostra, un altro segnale di ritorno alla normalità seppur nel rispetto delle regole post Covid».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Palestra in casa: gli attrezzi immancabili

  • social

    Epilessia: come fare attività fisica in sicurezza

  • social

    Ristorazione: i trend 2021 secondo TheFork 

  • social

    Un pizzico di cocktail: nasce il nuovo programma dedicato a dessert e cocktail

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento