Artisti in giro per la città "armati" di pennello per il concorso "Voria piturar Verona"

«Dopo il successo della prima edizione, abbiamo pensato di riproporre il concorso per dar spazio e visibilità agli artisti, così come per riscoprire, attraverso la loro creatività e arte, tanti angoli di Verona»

Sindaco, Padovani e Lollis con una pittrice in piazza dei Signori

Non sono passati inosservati gli artisti che sabato mattina hanno invaso la città con pennelli e cavalletti.
Si è svolta il 26 settembre infatti la seconda edizione di ‘Voria piturar Verona’, il concorso estemporaneo ideato dall’Amministrazione comunale, dove gli artisti dipingono a cielo aperto, prendendo ispirazione da scorci, panorami, angoli nascosti o momenti di vita quotidiana della città.

All’aperto, le diverse postazioni del centro storico, da piazza Bra a lungadige San Giorgio, hanno assicurato il distanziamento sociale.

Ora spetta alla giuria selezionare le opere che avranno meglio interpretato lo spirito del concorso. E premiare i vincitori, con buoni acquisto da mille a 100 euro. Tutte le opere realizzate verranno esposte al pubblico, dal 9 al 21 ottobre, all’interno della chiesa di San Pietro Incarnario.
A curiosare tra le opere in creazione in piazza dei Signori, si è recato il sindaco Federico Sboarina insieme all’assessore al Decentramento Marco Padovani. Presente il presidente della Società di Belle Arti Verona Gianni Lollis.
L’iniziativa è realizzata nell’ambito della manifestazione ‘L'Arte Racconta i Quartieri’, organizzata dall’assessorato al Decentramento, in collaborazione con la Società di Belle Arti di Verona e con il sostegno di Fondazione Cattolica Assicurazioni.

«Continuiamo a proporre iniziative per rendere viva la nostra città –afferma il sindaco -. Per questo concorso sono arrivati artisti da fuori città, la pittura all’aperto è una sfida tutt’altro che semplice ma la bellezza dei paesaggi e dei panorami di Verona è unica».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Dopo il successo della prima edizione - afferma l'assessore al Decentramento -, abbiamo pensato di riproporre il concorso per dar spazio e visibilità agli artisti, così come per riscoprire, attraverso la loro creatività e arte, tanti angoli di Verona. Tutte le opere saranno poi visibili in un'unica mostra, un altro segnale di ritorno alla normalità seppur nel rispetto delle regole post Covid».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva App di biosorveglianza targata Veneto e Luca Zaia annuncia un'«ordinanza innovativa»

  • Lo studio a Negrar: «Minore è la quantità di virus, meno gravi i sintomi della malattia»

  • Ingannato dalla chiamata de Numero Verde della Banca: rubati soldi dal conto corrente

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

  • Polemica su Crisanti, il professor Palù: «È un mio allievo esperto di zanzare»

  • Regioni contro il Dpcm, la lettera: «Chiusura ristoranti alle 23, cinema e palestre aperti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento