menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“La salute nella caraffa”: promosso il servizio idrico scaligero

La pubblicazione curata da Acque Veronesi e scritto dal dottor Gino Faggionato, informa l'utente sulle qualità dell'acqua del rubinetto di casa, elogiandola per le sue qualità

L’acqua da oggi è più limpida. A renderla più chiara è una pubblicazione curata da Acque Veronesi, società consortile che gestisce il servizio idrico integrato in 73 Comuni del Veronese, compresa la città, che approfondisce il tema delle risorse idriche, della qualità dell’acqua e delle caratteristiche che ne fanno un bene primario per la salute.

IL VOLUME - Un libro in formato tascabile e di agevole lettura che, con la prefazione di Silvino Gonzato, giornalista e scrittore, è stato scritto da Gino Faggionato, medico specialista in Igiene e Medicina preventiva, e integra l’azione di informazione che già Acque Veronesi sta portando avanti sulla qualità dell’acqua attraverso molteplici canali, compreso il sito internet www.acqueveronesi.it.

IL TEMA - “La salute nella caraffa”, questo il titolo della pubblicazione (che è stata presentata venerdì 7 dicembre nella sede di Acque Veronesi dal Presidente della Società consortile Massimo Mariotti, dal vicepresidente Marco Olivati, dal Direttore Generale Francesco Berton e dall'autore Gino Faggionato), parte da un’analisi delle risorse potabili presenti a livello planetario, in Italia ed a Verona, per poi arrivare a spiegare cosa sia l’acqua. Ovvero, quali sono le sue principali caratteristiche fisico-chimiche e quali gli effetti sulla salute umana degli elementi che la compongono. Una parte, quest'ultima, che consente di conoscere il reale significato di termini su cui  spesso c’è confusione o disinformazione e che costituisce la premessa dalla quale si parte nell’approfondire come e perché l’acqua viene considerata idonea per il consumo umano. Per arrivare, quindi, a trattare dell’acqua che Acque Veronesi S.c.a r.l. (società cooperativa a totale proprietà pubblica) eroga, spiegandone le caratteristiche Comune per Comune.

I RISULTATI - Analisi dalle quali risulta, secondo Faggionato, che “l’acqua erogata da Acque Veronesi non solo è buona ma addirittura possiede caratteristiche tali da poter essere ritenuta ottima, sia per quanto riguarda gli aspetti fisico-chimici che per il suo sapore e gusto”.  Una parte sicuramente interessante della pubblicazione è poi quella dedicata ai falsi miti riguardanti l'acqua. Nella quale, fra l'altro, il medico spiega come non sia assolutamente vero che il calcio faccia venire i calcoli e che la durezza dell'acqua costituisce un mezzo di prevenzione delle malattie cardiovascolari. Il volume è già consultabile on line in formato Pdf sul sito internet di Acque Veronesi, facilmente reperibile negli sportelli dell'azienda ed in occasione di manifestazioni ed eventi dedicati all’ambiente.

DICHIARAZIONI - Massimo Mariotti ha sottolineato che “questo studio costituisce la conferma che l'acqua erogata da Acque Veronesi è una delle migliori d'Italia, e che sicurezza e qualità sono le sue caratteristiche peculiari. La pubblicazione della Salute nella caraffa rappresenta una tappa di un percorso di comunicazione aziendale che vuole diffondere sempre di più una corretta cultura dell’acqua fra gli oltre 700 mila cittadini della provincia di Verona ai quali Acque Veronesi garantisce il proprio servizio”. “Quella che presentiamo oggi è una riedizione aggiornata e migliorata di una pubblicazione che ha già suscitato in passato molto interesse, da parte sia delle istituzioni che dei cittadini, e che ora diffonderemo in maniera ancora più capillare. Stiamo infatti studiando, ad esempio, di portarla nelle scuole”.

Il vicepresidente Marco Olivati ha invece commentato: “Far sapere ai cittadini quanto sia importante bere acqua per la salute di ognuno è un compito che una realtà come Acque Veronesi deve svolgere. Però questo studio ci da anche la possibilità di informare i cittadini di quanto sia buona, anzi ottima, l’acqua che sgorga dai rubinetti di casa loro. Un’acqua che non solo è oggetto di un’attenzione continua da parte dell’azienda e delle autorità sanitarie ma che conviene anche economicamente bere. L’acqua del sindaco, infatti, è anche molto economica, visto che è una delle meno care del Nord Italia e costa centinaia di volte in meno di quella in bottiglia”.  

“Quella di Verona è un’acqua di origini pedemontana, che nasce già di per sè con delle qualità e caratteristiche che la rendono ottima”, ha spiegato l’autore del volume Gino Faggionato. “Esiste una filiera di controlli davvero capillare, costituita da un lato da quelli numerosi effettuati da Acque Veronesi, dall’altro da parte dell’Ulss. Ciò fa si che la sicurezza dell’acqua erogata a Verona e provincia possa essere considerata al di sopra degli standard di qualità di molte altre città italiane. Un obiettivo della pubblicazione è inoltre quello di sfatare alcuni falsi miti, quali ad esempio quello che il calcio faccia venire i calcoli, cosa falsa visto che si tratta invece di una sostanza utile all’organismo, o che l’acqua frizzante faccia ingrassare. L’acqua di rubinetto è un vero e proprio alimento e può essere consumato in qualsiasi fascia d’età”.  

Il Direttore generale di Acque Veronesi Francesco Berton ha infine evidenziato che “fin dalla sua nascita l’obiettivo di Acque Veronesi è sempre stato quello di garantire l’accesso a tutti ad un bene prezioso ma non illimitato, che va pertanto preservato e gestito con parsimonia”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento