Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dpcm: il brano inedito nato in piena pandemia

"Il Matrimonio di Jacopo" lancia il suo "dpcm": dormi, prega, chiama, menti

 

Esce domani, sabato 23 Gennaio alle ore 18:30, il videoclip inedito "DPCM"; un brano freschissimo prodotto da "Il Matrimonio di Jacopo", una band nata a Verona nel pieno della pandemia, a fine 2020.

Il brano che uscirà sul loro canale Youtube,racconta la convivenza e l’amore ai tempi del COVID-19, dove si vive di giorno in giorno aspettando un nuovo dpcm (dormi, prega, chiama, menti... che andrà tutto bene!).In questi tempi di forti limitazioni delle libertà personali, questa canzone lancia un messaggio d'amore e speranza!   “DPCM” è un brano estremamente attuale, che rende l'idea di alcune situazioni e sensazioni comuni a molti durante la quarantena, e che, al contempo, traccia le fondamenta del progetto, delle sonorità e del genere in cui si inserisce: un indie-pop fortemente influenzato dal cantautorato moderno, ma che strizza l’occhio a un sound e a uno stile retrò.

La band: “Il Matrimonio Di Jacopo”

Il Matrimonio Di Jacopo” è una band nata a Verona alla fine del 2020 nel pieno della pandemia mondiale. È composta da: Nicola Vantini (cantante, autore e compositore), Leonardo Zago (chitarrista, compositore e arrangiatore), ed Elia Zigiotto (batterista, compositore e arrangiatore). I tre, già noti singolarmente nel panorama musicale veronese grazie all'intensa attività dal vivo svolta insieme ad altre band, vengono riuniti per suonare insieme al matrimonio di un loro amico di nome Jacopo. Con il passare del tempo, instaurano una forte intesa e assieme cominciano a scrivere ed a comporre la propria Musica.

Testo Dpcm

Dpcm (Dormi Prega Chiama Menti) 

Non chiedermi più niente
 Se ti dico amore 
Restiamo qui in silenzio un altro istante
 Perché hanno più peso momenti del genere Rispetto alle frasi che abbiamo sbagliato a dire Non chiedermi più niente Se ti dico amore Abbracciami più forte
 Cazzo quanto piove fuori 
Ma il taxi ti aspetta giù in strada per prenderti
 Mi aggrappo al passante che in fretta hai lasciato nei jeans
 E vado in paranoia
 Ma dove vai stasera
 Aspettiamo un nuovo dpcm
 Passiamo il coprifuoco assieme fino alle cinque Un’altra quarantena come sei mesi fa
 Ricordi quella volta che ti hanno chiuso il bar Aspettiamo un nuovo un dpcm che poi di questi tempi ormai non si sa più niente un’altra quarantena
 Dormi prega chiama menti
Non chiedermi più niente filtra
 nella stanza il sole porto
 io la colazione a letto 
e faccio lo slalom saltando tra i tuoi vestiti sistema i capelli che dietro si sono appiattiti
 E vado in paranoia
 È già tardi mi dici dai dammi un passaggio al lavoro
 Aspettiamo un nuovo dpcm
 Passiamo il coprifuoco assieme fino alle cinque Un’altra quarantena come sei mesi fa
 Ricordi quella volta chi lo dimentica
 Aspettiamo un nuovo dpcm
 Che poi di questi tempi ormai non si sa più niente Un’altra quarantena
 Dormi prega chiama menti
 Che andrà tutto bene
 E se poi va a puttane anche un solo abbraccio ci potrà salvare
 Aspettiamo un nuovo dpcm
 Passiamo il coprifuoco assieme fino alle cinque Un’altra quarantena come sei mesi fa
 Ricordi quella volta che ti hanno chiuso il bar Aspettiamo un nuovo dpcm
 Che poi di questi tempi ormai non si sa più niente Un’altra quarantena
 Dormi prega chiama menti

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento