Dolci tipici della tradizione veronese: il "Tressian" o Torta di Polenta

"El Tressian", è un dolce tipico veronese diffuso anche in molte altre zone del Veneto. Si tratta di una torta a base di farina di mais arricchita dalla presenza di frutta candita, uvetta, pinoli e molti altri ingredienti davvero gustosi

Una torta a base di polenta, o per meglio dire a base di farina di mais. Ecco in breve la natura originale del "Tressian", un ottimo dolce tipico della tradizione veronese e diffuso anche in diverse altre zone del Veneto. Vediamo in breve tutti gli ingredienti di cui abbiamo bisogno per la preparazione di questa favolosa "torta di polenta": 150 grammi di farina di mais, 50 grammi di uvetta sultanina, 70 grammi di burro, 1 limone, 120 grammi di frutta mista candita, mezzo bicchierino di grappa, 2 uova, una mela, una busta di lievito per dolci, 80 grammi di zucchero, 100 grammi di farina bianca, 1 decilitro di latte, 30 grammi di farina di mais fine e 30 grammi di pinoli.

AI FORNELLI - Per iniziare riempiamo una pentola di acqua e portiamone il contenuto ad ebollizione, dopodiché procediamo aggiungendovi al suo interno la farina di mais. È importante durante questa fase che il fuoco venga mantenuto basso. La cottura dovrebbe proseguire per circa un'ora, durante la quale è necessario cercare di mescolare con quanta più costanza possibile. Una volta trascorso il tempo necessario, riversiamo la polenta ottenuta sopra un tagliere e lasciamola raffreddare. Parallelamente riponiamo in ammollo nella grappa la nostra uva sultanina, tagliuzziamo la frutta candita e, dopo aver tagliato anch'essa a dadini, cospargiamo una mela con il succo di limone spremuto. A questo punto possiamo riprendere la nostra polenta e procedere eliminando la crosta superficiale che dovrebbe essersi creata durante la fase di raffreddamento. Compiuta questa operazione, tagliamo a fette la polenta e le facciamo passare attraverso il passa verdure, recuperando il contenuto all'interno di un recipiente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ora possiamo finalmente aggiungere le uova, lo zucchero, i restanti 30 grammi di farina di mais setacciati insieme con il lievito, il burro ammorbito e alcuni cucchiaia di latte. Amalgamiamo bene e aggiungiamo inoltre anche l'uva sultanina affogata in precedenza nella grappa, i pinoli, la mela a dadini, i canditi e infine un po' di scorza di limone grattuggiata. Mescoliamo delicatamente il tutto, dopodiché possiamo procedere imburrando una tortiera, cospargendola con della farina di mais e riversandovi all'interno il nostro composto. A questo punto siamo pronti per cuocere il nostro "Tressian", inserendolo nel forno preriscaldato a 170° e attendendo per circa 60 minuti. A fine cottura, servire in tavola quando il dolce è ancora leggermente caldo, accompagnandolo possibilmente con un buon bicchiere di Recioto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Verona un nuovo decesso e altri 35 casi positivi: tutti i Comuni di appartenenza

  • Nel Veronese sono 29 i nuovi casi positivi e 1.808 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • Due classi chiuse per casi positivi al virus nel Veronese: «Rispettate le precauzioni»

  • Elezioni regionali, suppletive e referendum costituzionale: seggi aperti in Veneto

  • Picchiata dal marito: luna di miele da incubo per una sposa veronese

  • Nuovi 40 casi positivi al virus nel Veronese e 1.987 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento