Sulle due ruote per Verona e provincia: pedalare a Malcesine

Due i percorsi cicloturistici consigliati. Il primo più facile lungo la pista ciclabile della Gardesana che costeggia il lago. Il secondo più difficoltoso lungo la Panoramica

Il richiamo del lago è irresistibile e d'estate lo è ancora di più. Lo si può vivere in molti modi, sdraiati sulla spiaggia a prendere il sole, oppure in maniera attiva attraverso le diverse pratiche sportive che si possono praticare lungo il litorale veneto del lago. Una dolce via di mezzo tra queste due alternative potrebbe essere la bicicletta. Pedalando all'andatura che si preferisce non si stressa troppo il corpo, facendosi comunque baciare dal sole. Con il vantaggio che si possono scoprire le bellezze dei comuni sul lago, come ad esempio Malcesine.

Un itinerario cicloturistico sicuro, perché quasi tutto protetto nella pista ciclabile, e di media difficoltà può avere come punto di partenza piazza Statuto e proseguire in direzione funivia. Si arriva così alla Gardesana dove si può prendere la ciclabile che costeggia il lago fino alla frazione di Navene. Oppure, sempre dalla Gardesana si può prendere la direzione sud per raggiungere Cassone. Malcesine si trova più o meno a metà strada da queste due destinazioni e tra andata e ritorno i due percorsi non superano i dieci chilometri, distanza che anche i meno allenati possono coprire.

Per i veri appassionati di ciclismo, quelli che magari hanno una bicicletta da corsa, fiato e gamba, il percorso consigliato è quello di via Panoramica. Anche in questo caso una decina di chilometri ma con un dislivello maggiore.

E durante queste lunghe pedalate, si può prendere fiato in ogni momento, fermandosi nelle diverse frazioni oppure accostando semplicemente per godersi il paesaggio.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento