Royal Fashion Report : come i reali influenzano le ricerche di moda

Lyst ha analizzato le maggiori tendenze moda ispirate dai reali dall'inizio dell'anno

Foto Instagram profilo Kensingtonroyal

La piattaforma globale di ricerca di moda, Lyst, ha pubblicato la prima edizione del Royal Fashion Report 2020, un'analisi approfondita che rivela il potere delle famiglie reali in materia di stile. 

Per la realizzazione di questo report, Lyst ha analizzato le abitudini di acquisto di oltre nove milioni di utenti, che cercano, sfogliano e acquistano articoli di moda in oltre 12.000 boutique e multi-brand online. Oltre ai dati di ricerca globale di Lyst e Google, sono state prese in considerazione menzioni e statistiche di interazione dai social network dall'inizio dell'anno in tutto il mondo.

Tendenze Reali: tra accessibilità e moda etica

  • Royal Street Style: in passato i reali erano noti per i loro guardaroba stravaganti, esclusivi e costosi. Negli ultimi anni, tuttavia, gli stylist dei grandi casati reali hanno lavorato per veicolare nuovi messaggi attraverso gli abiti ed accessori. Uno tra tutti è la vicinanza alla gente dunque mescolando abiti di marchi high-end a quelli più accessibili. L'interesse per gli abiti di Zara è salito alle stelle dopo che la Regina Letizia ha indossato a Giugno un abito del colosso spagnolo del fast-fashion del prezzo inferiore a 20 euro. L'abito  è diventato il più ricercato di Zara a livello globale negli ultimi sei mesi
  • Zoom Chic: in piena quarantena, i reali sono passati dalle visite ufficiali alle video call. Il look reale è diventato più casual con colori audaci, accessori e top più studiati. Il pubblico ha risposto con interesse alle loro scelte seguendo in massa questi eventi. Le ricerche per i maglioni di colore giallo sono aumentate del 20% su Lyst di settimana in settimana dopo che la duchessa di Cambridge ne ha indossato uno in una delle sue video call ad aprile. Kate ha anche indossato un top a righe da marinaio del  brand JoosTricot quello stesso mese in un'apparizione alla BBC e le ricerche per gli item a righe sono aumentate del 147% nella settimana successiva. Il brand ha inoltre avuto un’impennata delle ricerche online del 472% nei giorni successivi.
  • Conscious Fashion: Un messaggio positivo che gran parte dei reali -specialmente le famiglie europee- vogliono comunicare è: il riutilizzo. Indossare abiti in più occasioni porta ad un utilizzo più consapevole. Questo messaggio è molto ben visto dalla gente e ha portato i reali a ricevere molti consensi. Un esempio tra tutti è stato quello del matrimonio della principessa Beatrice durante la pandemia. La principessa, infatti, ha preso in prestito un abito da sua nonna, la regina Elisabetta, per il suo matrimonio a luglio. Nelle successive 48 ore, le ricerche su Lyst per "abiti da sposa vintage" sono aumentate del 297%.

Insta-Royal: i reali che fanno trend sui social media

Instagram è diventato uno strumento chiave per i reali per connettersi con la società. Lyst ha analizzato quali reali sono particolarmente amati. Per compilare questa sezione del report, Lyst si è avvalsa del prezioso aiuto di DMR Group, la principale società di monitoraggio e analisi dei media (stampa, web e social) per il mercato del lusso. L’analisi ha preso in considerazione numero di follower ed engagement rate per definire quali sono i reali più amati. 

Podio
Oltre 10 milioni di follower, il Principe di Dubai Hamdan Al Maktum (Fazza) è tra i reali più seguiti al mondo ma specialmente il più amato grazie all’innumerevole numero di like, condivisioni e commenti.  
La Regina Rania di Giordania è la prima reale donna di Instagram per follower più ingaggiati. La regina è inoltre una vera icona di stile in grado di dare una scossa alle ricerche di moda online: dopo aver pubblicato una foto con una blusa a pois rosa di Off-White, le ricerche su Lyst per le bluse del brand è aumentato del 42%. 
Chiude il podio, il principe Achille di Grecia con i suoi post che hanno un seguito di massa tra i più giovani e non solo. Oltre 428 mila follower con un aumento del + 4,5% di aumento mese su mese. 

Must-Have per Lui: tendenze reali

Il team di Lyst ha analizzato le comparse pubbliche, video call ed eventi degli uomini dei grandi casati dall’inizio del 2020. Ha, quindi, delineato i must-have del guardaroba dei royal. In generale, le nuove generazioni stanno lasciando il segno e hanno iniziato a introdurre capi casual e street nel loro guardaroba. Gli smoking si alternano a maglioni leggeri in cashmere, camicie in lino e berretti da baseball sono pezzi immancabili ma quello che si nota maggiormente è  la presenza di colori più vivaci dopo anni di: nero, blu e grigio. Questi sono alcuni dei pezzi chiave del nuovo guardaroba reale:

  • Il berretto è uno tra gli accessori più desiderati tra i reali di tutto il mondo. Pierre Casiraghi indossa sempre un cappello da baseball durante i suoi allenamenti così anche il Principe di Dubai, Fazza. Il principe Harry ha indossato il suo solito berretto marrone senza logo negli ultimi mesi a Los Angeles, portando a un aumento del 24% delle ricerche per la categoria su Lyst da Aprile.
  • Le  maglie in cashmere sono diventate un capo essenziale nel guardaroba maschile di lusso. Da quelli più leggeri a quelli più lavorati, i royal stanno iniziando a indossarli anche per eventi ufficiali mattutini. Il Principe William ha indossato svariati maglioni in cashmere durante le sue Zoom call in questi mesi. Il Principe Carlo Filippo di Svezia ha indossato di recente un maglione celeste e le ricerche per la categoria sono aumentate del 34% in Svezia nei giorni successivi. 
  • Durante l'estate, il Re Filippo di Spagna e il Principe Harry sono stati spesso fotografati indossando camicie di lino. Le ricerche per le camicie di lino sono aumentate del 56% in Spagna da giugno, dopo che il Re Filippo le ha indossate durante il suo tour ufficiale in Spagna.

Royal Dress Più Ricercato? Un brand etico prodotto in Indonesia

Dall’inizio dell’anno abbiamo visto le reali del mondo indossare svariati modelli di abiti dai più formali come quelli di Rania di Giordania a quelli più informali della Regina Maxima. Gli abiti sono stati inoltre la categoria più ricercata dalle utenti online dunque abbiamo deciso di analizzare i più popolari. Sul podio c’è un abito con stampa floreale in fibra del brand Faithfull the Brand (203 euro) indossato da Kate, Duchessa di Cambridge. Dopo la pubblicazione delle foto, le ricerche online per il marchio sono cresciute del 512% rispetto alle settimane precedenti.  Le ricerche su Google per "Faithfull the brand" e "Catherine, Duchess of Cambridge" sono aumentate in modo esponenziale il giorno dopo l’apparizione e l'abito è andato subito sold out. Al secondo posto il maxi abito di cotone bianco dello stilista spagnolo, Charo Ruiz (549 euro), indossato dalla Regina Letizia di Spagna. Le ricerche per il marchio sono aumentate del 353% dopo che la Regina di Spagna ha indossato l'abito in stile bohémien durante la sua visita a Ibiza del 17 agosto. Scopri gli altri abiti sul report completo. 

Quote di Brenda Otero, Project Leader del Lyst Royal Fashion Report

“La pandemia ha accelerato il cambiamento nella strategia di comunicazione delle famiglie reali con l'utilizzo di nuove tecnologie e un'immagine sempre più vicina alla gente. I reali cercano di connettersi attivamente con il pubblico, senza intermediari, creando il loro brand e la loro community simile agli influencer. Se ci concentriamo sulle loro scelte di moda, i dati di Lyst mostrano che hanno un impatto immediato nelle ricerche e negli acquisti online allo stesso modo delle celebrity. Ma nel caso dei reali, la moda che indossano invia messaggi che vanno oltre uno scatto di un red carpet. La scelta di un colore è per veicolare un sentimento; un brand locale viene indossato per supportare il luogo che stanno visitando; un capo economicamente accessibile serve a  dimostrare vicinanza alla gente; il riutilizzo di un abito simboleggia la volontà di abbandonare eccessi. I loro vestiti probabilmente comunicano più dei loro discorsi”  afferma Brenda Otero, Project Leader Lyst Royal Report

Ti ricordo in caso di utilizzo delle informazioni, per ragioni legate ai diritti di autore di citare come fonte la piattaforma globale di ricerca di moda Lyst e di includere un link al report: https://www.lyst.it/data/royalfashionreport2020/

Metodologia
Per questo report, Lyst ha analizzato le abitudini di acquisto di oltre nove milioni di utenti, che cercano, sfogliano e acquistano articoli di moda in oltre 12.000 boutique e multi-brand online. Oltre ai dati di ricerca globale di Lyst e Google, sono state prese in considerazione menzioni e statistiche di interazione dai social network dall'inizio dell'anno in tutto il mondo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lyst
Lyst è la piattaforma di ricerca di moda più grande al mondo, utilizzata da oltre 104 milioni di utenti per cercare e acquistare i loro articoli preferiti. Tramite la barra di ricerca e la app di Lyst potrai accedere a oltre 6 milioni di prodotti di brand come Burberry, Fendi, Gucci, Prada e Saint Laurent, trovando convenienza e una scelta impareggiabile. Dalle tendenze emergenti ai trend di moda di tutto il mondo, Lyst è una fonte unica di fashion intelligence a livello globale.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva App di biosorveglianza targata Veneto e Luca Zaia annuncia un'«ordinanza innovativa»

  • Lo studio a Negrar: «Minore è la quantità di virus, meno gravi i sintomi della malattia»

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

  • Contro gli assembramenti, provvedimenti diversificati e "zone rosse" a Verona

  • Ingannato dalla chiamata de Numero Verde della Banca: rubati soldi dal conto corrente

  • Polemica su Crisanti, il professor Palù: «È un mio allievo esperto di zanzare»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento