Il bianco d'uovo potrebbe aumentare la fertilità maschile

Ricercatori australiani scoprono un legame diretto tra dieta e testosterone

immagine generica

I ricercatori dell'Università del South Australia (Australia) hanno identificato un legame diretto tra dieta e testosterone , dove è stato dimostrato che una dieta povera di grassi e ricca di albumi potrebbe essere la chiave per aumentare la fertilità maschile .

Lo studio

Lo studio, pubblicato sulla rivista "Nutrients", ha sottolineato che una dieta ricca di qualsiasi tipo di grasso, compresi grassi mono-saturi sani come l'olio d'oliva, influisce negativamente sulla produzione di testosterone in sole cinque ore, ma un Arricchito con albumi e proteine ​​del siero di latte, può influenzare positivamente il testosterone sierico.A livello globale, l' infertilità colpisce il 15 percento delle coppie e l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) stima che siano colpite fino al 25 percento delle coppie nei paesi in via di sviluppo.

Mentre i ricercatori hanno riconosciuto di aver testato i singoli nutrienti e che gli effetti possono essere diversi nel contesto di schemi dietetici a base di cibi integrali, i loro lavori precedenti hanno dimostrato che le "diete occidentali" caratterizzate dal modello dietetico dei fast food hanno prodotto Riduzione del 25% del testosterone sierico un'ora dopo il pasto, con livelli che sono stati soppressi al di sotto della linea di base a digiuno per un massimo di quattro ore.

Secondo il dottor Pearce, principale ricercatore, lo studio rappresenta un passo avanti in una serie di lavori necessari per sostenere e migliorare la fertilità , ei risultati sono estremamente promettenti per le coppie che cercano di creare una famiglia. Pertanto, sebbene lo studio analizzi solo l'impatto di diversi macronutrienti dietetici sulla produzione di testosterone, non sulla qualità dello sperma, il ricercatore ritiene che i risultati dello studio suggeriscano almeno il potenziale della dieta di avere un impatto negativo sulla Produzione di sperma e fertilità.

"È importante tenere presente che è ancora presto e che sono necessarie ulteriori ricerche , in particolare per osservare l'effetto di questi nutrienti nel contesto di modelli dietetici a lungo termine per l'intero alimento", ha riconosciuto il ricercatore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva App di biosorveglianza targata Veneto e Luca Zaia annuncia un'«ordinanza innovativa»

  • Lo studio a Negrar: «Minore è la quantità di virus, meno gravi i sintomi della malattia»

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

  • Contro gli assembramenti, provvedimenti diversificati e "zone rosse" a Verona

  • Ingannato dalla chiamata de Numero Verde della Banca: rubati soldi dal conto corrente

  • Polemica su Crisanti, il professor Palù: «È un mio allievo esperto di zanzare»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento