Verona e Mantova: la solidarietà passa dal confine

Cenare a suon di musica ed allo stesso tempo aiutare il prossimo è un connubio sicuramente vincente, questa è la scommessa di Anas

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeronaSera

Cenare a suon di musica ed allo stesso tempo aiutare il prossimo è un connubio sicuramente vincente, che non lascerà i veronesi ed i mantovani indifferenti. Le due realtà unite per questo intento sono già ben conosciute nei rispettivi territori, l'Anas Veneto (Associazione Nazionale Azione Sociale) con sede a Verona, sebbene nata nel territorio scaligero da pochi mesi, ha dato già prova della propria volontà di rendersi molto attiva nell'ambito socialità ed aggregazione, unita in questa occasione ad una struttura come Casa di Beniamino da oltre venticinque anni impegnata nello svolgimento di attività di comunicazione sociale, formazione e promozione di programmi con adolescenti, darà sicuramente vita ad una serata speciale, con intento benefico, ma senza tralasciare l'aspetto divertimento che per i partecipanti non mancherà certamente, con la sobrietà e la consapevolezza, con questo, di aiutare comunque due realtà impegnate nel sociale come lo sono quelle organizzatrici.

La serata si svolgerò in una cornice affascinante come quella della cittadina di Cavriana, al confine tra le province di Verona e Mantova, dove la cena di beneficenza il 29 giugno avrà luogo, adiacente al centro fondato da Don mazzi, sarà curata nei minimi dettagli dai volontari di Anas Veneto e Casa di Beniamino, e dai propri coordinatori, i quali sono certi avrà un gran successo ed un'ottima affluenza. Gli organizzatori non vogliono in questa occasione precludere la possibilità di partecipazione solo ad una cerchia ristretta di persone come spesso accade in contesti affini, dando la possibilità a tutti di partecipare all'evento, fino al completamento del numero massimo; chi volesse partecipare può contattare la segreteria di Anas Veneto al numero 347/0478644.

Torna su
VeronaSera è in caricamento