menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mogos durante la partita con il Cosenza (Foto Facebook - Chievo Verona)

Mogos durante la partita con il Cosenza (Foto Facebook - Chievo Verona)

Cosenza - Chievo Verona 1-0 | Gialloblù sfortunati. Sconfitti da un autogol

Da un calcio di punizione dei calabresi, nel primo tempo, la palla spiove nell'area piccola scaligera. Per anticipare Gliozzi, Renzetti devia verso la propria rete. Nella ripresa attaccano solo i clivensi ma non segnano

Ha tenuto la palla più del Cosenza. Ha attaccato più del Cosenza. Ha tirato in porta più del Cosenza. Ma oggi, 27 febbraio, il Chievo Verona ha perso contro il Cosenza. Ed è la terza sconfitta consecutiva, sempre per 1-0. Dei tre insuccessi, quello del San Vito-Marulla è quello più ingiusto e non solo perché i numeri statistici sono tutti a favore dei gialloblù.
Il Cosenza ha giocato meglio del Chievo solo nei primi 25 minuti, circa. Poi ha smesso di proporsi in attacco, lasciando l'iniziativa ai veronesi. Una strategia che è andata avanti per tutto il secondo tempo, dove si è giocato ad una sola porta e dove il tecnico dei locali Occhiuzzi ha pensato solo a difendere il vantaggio. Lo spettacolo ne ha risentito, perché dopo un primo tempo vivace la partita è andata spegnendosi. Da un punto di vista pratico, però, i calabresi hanno avuto ragione, perché i punti in classifica non vengono distribuiti in base allo spettacolo. I punti in classifica si fanno vincendo o pareggiando e alla fine il Cosenza ha vinto, prendendo i primi tre punti casalinghi della stagione e agganciando il Brescia al 16esimo posto. Il Chievo Verona, invece, resta a quota 39 ed ora è settimo.

All'inizio, il Chievo potrebbe essere rimasto un po' spiazzato dalla disposizione tattica del Cosenza, sceso in campo con la difesa a quattro per coprirsi meglio ai lati e per sfruttare la superiorità numerica a centrocampo. I gialloblù ci hanno messo del tempo per prendere le misure agli avversari e sono sembrati anche meno energici nel recupero delle palle vaganti. Il gol che ha deciso il match, però, non è nato da un'azione travolgente dei calabresi. Il Cosenza è passato grazie ad un calcio piazzato ben calciato da Corsi e da una doppia deviazione di Gliozzi e Renzetti. Per alcuni è rete di Gliozzi, per altri è autogol di Renzetti. Ma è sempre 1-0 per il Cosenza, che dopo la marcatura ha controllato ancora l'incontro per circa dieci minuti. Poi è venuto fuori il Chievo, con le accelerazioni di Canotto, le sponde di De Luca ed i tentativi di Fabbro e Ciciretti. Il risultato però non è cambiato.
Il secondo tempo è stato una naturale prosecuzione della parte finale del primo tempo. Il Chievo ha attaccato con un numero crescente di uomini ed il Cosenza si è fatto vedere con sporadici contropiedi. Il tecnico gialloblù Aglietti ha usato tutte e cinque le sostituzioni a sua disposizione per aumentare la densità offensiva. La contromossa di Occhiuzzi è stato il passaggio da una difesa a quattro a una difesa a cinque. Per alcuni minuti si sono visti 21 giocatori compressi nella metà campo cosentina, ma al Chievo non è bastato per trovare la rete del pareggio.

LA CRONACA

Primo tempo

3' Sciaudone mette subito i brividi al Chievo. Retropassaggio di De Luca, intercettato da Sciaudone che al limite dell'area riesce a girarsi e a calciare di destro. La palla fa la barba al palo. Gialloblù spenti in questo inizio di gara.
9' Canotto ingrana la marcia più alta e dal centrocampo corre verso la porta avversaria accentrandosi. Ha tre compagni di squadra da servire ed il suo assist è per il defilato De Luca che ci prova. Falcone respinge ed il Cosenza si salva.
11' GOL DEL COSENZA. Calcio di punizione di Corsi. Il punto di battuta è molto vicino alla bandierina del corner. Lo spiovente di Corsi scende nell'area piccola gialloblù. Per anticipare Gliozzi, interviene Renzetti che è sfortunato e devia la palla verso la propria rete.
12' Il Chievo cerca rapidamente il pareggio con un bel tiro di Ciciretti, parato in due tempi da Falcone.
20' In due occasioni, a distanza di pochi minuti Gliozzi serve Gerbo che ha un buon tiro, ma i suoi due tentativi sono imprecisi.
21' Nuovo squillo del Cosenza con Trotta che si mette in proprio dopo un'azione ben orchestrata dai calabresi. Trotta dalla fascia destra si accentra ed entra in area. Con un sinistro a giro, l'attaccante cerca l'angolino basso. Semper viene superato, ma la sfera finisce fuori.
22' I gialloblù ci provano ancora con Ciciretti su assist di De Luca. Conclusione fuori.
27' Contropiede del Cosenza dopo un calcio di punizione non sfruttato dal Chievo. Tremolada viene lanciato in campo aperto, ma non punta la porta scaligera e attende l'arrivo dei compagni. Il suo assist è per Sciaudone che dopo un coast to coast non ha avuto la forza di calciare efficacemente la palla e Semper può bloccare.
28' De Luca sta giocando molto per i compagni. Con un passaggio intelligente nell'area cosentina riesce a liberare Canotto. Tiro di Canotto neutralizzato da Falcone. Bella comunque l'azione del Chievo, con rapidi passaggi in serie di Canotto, Ciciretti e De Luca.
30' Verticalizzazione riuscita per De Luca che crea lo spazio giusto in cui Fabbro può correre per sorprendere la difesa calabrese. L'attaccante entra in area, ma in uscita Falcone riesce a chiuderlo in angolo.
33' Ancora un tentativo di Fabbro che di testa frusta un buon pallone crossato da Canotto. La sfera è fuori.
37' De Luca, spalle alla porta, difende un pallone per servirlo indietro a Ciciretti che calcia da fermo. Il suo sinistro a rientrare sul primo palo è delizioso ma debole e Falcone para.
44' La velocità di Canotto è un'arma importante per il Chievo. Il laterale si accentra spesso, osserva il piazzamento dei compagni e li serve. In questa ultima azione è Fabbro il terminale dell'azione. L'attaccante, di prima intenzione, cerca la soluzione di precisione. Il suo tiro però è centrale e Falcone si accartoccia sul pallone bloccandolo.

Secondo tempo

56' Come nel primo tempo, il Cosenza parte con maggiore energia, ma dura poco. Il Chievo prende il controllo del gioco, collezionando però solo falli. Dopo dieci minuti, la prima occasione con un traversone di Palmiero per De Luca che manca il colpo di testa.
61' Il Chievo sta schiacciando gli avversari. Su cross di Mogos, Gerbo anticipa Canotto, ma il suo intervento è difettoso. Canotto ha l'occasione per calciare di destro, ma ancora Gerbo respinge.
63' Destro di Mogos dal limite dell'area. Il suo rasoterra in diagonale si spegne fuori.
65' Verticalizzazione per Fabbro che con il petto serve Margiotta (entrato dalla panchina). Da fuori area, Margiotta cerca un eurogol con un destro al volo che scende vicino all'incrocio dei pali dopo aver scavalcato Falcone. Palla fuori e rimessa dal fondo per il Cosenza.
69' Contropiede della squadra di casa con Trotta che allarga per Sciaudone e corre in profondità. Il passaggio di ritornoè troppo lungo e Semper in uscita fa sua la palla.
80' Cross di Renzetti, respinto dalla difesa del Cosenza. Recupera Mogos che serve Viviani. Spunto di Viviani con una palla alzata nell'area avversaria, ma nessun gialloblù interviene. Sfera sul fondo.
87' Tante maglie gialloblù nell'area cosentina. Garritano con una palla alta trova nel secondo palo Mogos che controlla e cerca un compagno, trova Di Gaudio che di testa centra la porta di Falcone. Il portiere è ben posizionato e para.
91' Occasionissima per il Cosenza in contropiede. Mbakogu riceve in attacco e serve Crecco che allarga in area per Carretta che non riesce a liberarsi del suo marcatore, ma conclude comunque di sinistro. Palla fuori.
92' Due occasioni distinte per Garritano. La prima deviata in angolo da Falcone. La seconda schermata da Ba.
95' Ultima azione del match. Il Cosenza respinge un cross di Renzetti, Di Guadio non controlla bene, poi da dietro arriva Viviani che mastica il pallone con un sinistro che non sorprende Falcone. Il portiere blocca.

IL TABELLINO

Cosenza - Chievo Verona 1-0

Marcatori: 11' Renzetti (autogol).

Cosenza (4-3-1-2): Falcone; Corsi, Ingrosso, Idda, Legittimo; Gerbo (66', Crecco), Petrucci, Sciaudone (81', Ba); Tremolada (81', Carretta); Gliozzi (70', Tiritiello), Trotta (81', Mbakogu).
A disposizione: Saracco, Vera, Schiavi, Kone, Sacko, Bahlouli, Sueva. Allenatore: Occhiuzzi

Chievo Verona (4-4-2): Semper; Mogos, Rigione, Leverbe, Renzetti; Ciciretti (60', Garritano), Palmiero (70', Viviani), Obi (81', Bertagnoli), Canotto (70', Di Gaudio); Fabbro, De Luca (60', Margiotta).
A disposizione: Seculin, Bragantini, Pavlev, Vaisanen, Zuelli, Cotali, Priore. Allenatore: Aglietti.

Arbitro: Mariani.

Ammoniti: Corsi, Sciaudone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento