Corsi: A breve avremo un nuovo filobus ecologico

Lassessore alla Mobilit Enrico Corsi e il sindaco Flavio Tosi presentano il nuovo progetto

Corsi: A breve avremo un nuovo filobus ecologico
L'assessore alla Mobilità Enrico Corsi in Olanda per progettare il futuro del tanto atteso filobus. Nei giorni scorsi l'assessore alla Mobilità e il presidente di Amt Germano Zanellasono si sono recati ad Eindhoven, a 120 chilometri da Amsterdam, nella sede di Vdl, azienda costruttrice di filobus, per concordare il progetto per la nuova rete di trasporto su fili elettrici.

“Un importante passaggio – ha dichiarato oggi il Sindaco Flavio Tosi – è stato compiuto in questi giorni per la definitiva realizzazione dell’opera. Una bella notizia per i veronesi che avranno presto a disposizione un sistema di trasporto urbano fra i più moderni ed efficienti d’Europa, frutto della fattiva collaborazione attivata in questi anni tra l’amministrazione e la società Amt”. “Durante l’incontro – ha spiegato l’assessore Corsi – sono stati definiti il nuovo design del mezzo e le parti tecniche del sistema di trasporto. La filovia, che avrà fili elettrici fuori città e sarà alimentata da un generatore diesel in centro, sarà costituita da 38 mezzi da 18 metri, che potranno contenere circa 140 passeggeri l'uno. Si tratta – ha sottolineato l’assessore – di un mezzo innovativo, mai realizzato prima, che raccoglie le migliori tecnologie nell’ambito dei mezzi bi-modali, come motori elettrici di ridotte dimensioni posizionati sulle quattro ruote motrici e accumulatori di energia in fase di frenata, che consentiranno un risparmio energetico pari al 30 per cento dei consumi. Nel progetto complessivo sarà inclusa la realizzazione del deposito alla Genovesa a Verona sud ed il completamento del sottopassaggio in Città di Nimes”.

“Con i costruttori – ha dichiarato Zanella – è stato concordato l’iter da seguire: a fine mese avremo le indicazioni sullo screening di impatto ambientale e per fine aprile è prevista la sottoscrizione del contratto. Sarà in un primo tempo creato un prototipo del mezzo e una volta testato, valutato e approvato, saranno messi in produzione gli altri 37 mezzi previsti. Il viaggio a Eindhoven è stata l’occasione per visionare veicoli già realizzati e in funzione, sui quali sono attualmente adottate le tecnologie che si ritroveranno poi nel filobus bi-modale Citea che rappresenta una evoluzione degli attuali mezzi pensata appositamente per Verona”. Il costo complessivo dell’opera sarà di circa 120 milioni di euro, 86 dei quali finanziati dallo Stato ed il resto da Amt.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento