rotate-mobile
Gossip

Oppeano, avanzo di bilancio per chiudere 28 mutui

Il sindaco Montagnoli: "Abbiamo pensato al futuro decidendo di diminuire lindebitamento"

Il Consiglio comunale di Oppeano ha approvato il bilancio consuntivo 2010, che si è chiuso con un avanzo di complessivi 2.455.279 euro. La positiva situazione finanziaria ha consentito nella stessa seduta di deliberare l’estinzione anticipata di ben 28 mutui contratti con la Cassa Depositi e Prestiti, per la cifra di euro 1.456.448,17. Va evidenziato che il risultato finanziario della gestione 2010 è stato conseguito anche grazie ad una gestione oculata delle risorse, nonché per l’alienazione di alcune aree comunali difficilmente utilizzabili e spesso frequentate da nomadi. Su tali terreni, la cui vendita ha consentito un introito di circa 3 milioni di euro, si insedieranno a breve tre aziende, di cui due hanno già ottenuto anche il permesso di costruire, con un evidente beneficio in termini occupazionali.

“Dopo aver esaminato con attenzione le posizioni dei mutui in essere con la Cassa Depositi e Prestiti, l’amministrazione ha ritenuto opportuno estinguere finanziamenti con un tasso d’interesse del 6,5%, ritenuto troppo oneroso, ed alcuni finanziamenti sui quali non gravavano oneri per anticipata estinzione”, ha sottolineato il vicesindaco con delega al bilancio Fernando Tebaldi, che prosegue: “L’estinzione avverrà a partire dal prossimo primo luglio, con effetti in termine di minore fabbisogno finanziario stimabile in 72 mila euro per il 2011 e di 144 mila euro annui negli anni successivi”, sottolinea Tebaldi. “Una cifra consistente, che permetterà all’Amministrazione di investire maggiori risorse negli ambiti del sociale, dell’istruzione, della sicurezza, dei lavori pubblici e delle manutenzioni”, conclude il vicesindaco.

Il costo dell’indennizzo da corrispondere alla Cassa è stimato in 6.462,57 euro che sarà a carico del bilancio 2011. L’operazione consentirà un risparmio in termini di minori interessi per complessivi euro 506.181,88 per la residua durata del periodo d’ammortamento dei mutui prescelti. La successiva votazione ha visto la maggioranza approvare l’operazione, mentre la minoranza ha votato contro senza addurre motivazione plausibile. Questo ha fatto intervenire il sindaco, Alessandro Montagnoli, per stigmatizzare il comportamento di una minoranza che, contraria su tutto, fa una sterile opposizione senza considerare l’interesse dei concittadini, non votando a favore nemmeno di un’operazione di riduzione del debito, e conseguente aumento della disponibilità dell’Ente nei prossimi anni e per le future amministrazioni.


Il Comune di Oppeano non ha aderito alle ultime proposte della Cassa Depositi e Prestiti tendenti di allungare i tempi di indebitamento aumentando però il tasso di interesse”, ha sottolineato il sindaco; “atri Enti lo hanno fatto per ridare un po’ di fiato all’amministrazione in carica; al contrario Oppeano ha pensato alle future generazioni decidendo di diminuire l’indebitamento ed estinguendo mutui contratti fin dal 1960 e tutt’ora in essere a condizioni onerose”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oppeano, avanzo di bilancio per chiudere 28 mutui

VeronaSera è in caricamento