Storielle sulle origini degli oggetti nel veronese: l'invenzione della carriola

Non si sa chi ha assemblato per la prima volta una carriola, ma nel veronese circola la leggenda secondo cui la prima carriola sia stata creata a Velo. A costruirla è stato un uomo, ma su suggerimento della moglie

Si dice che l'abbia inventata Leonardo da Vinci, ma la carriola è un attrezzo che con forme differenti era presente già ai tempi dell'antica Grecia. La sua composizione è semplice: ha due manici per impugnarla, una ruota per facilitare il movimento e un cassone in cui mettere gli oggetti da trasportare. Non si sa chi ha assemblato per la prima volta una carriola, ma nel veronese circola la leggenda secondo cui la prima carriola sia stata creata a Velo. A costruirla è stato un uomo, ma su suggerimento della moglie. I due, infatti, lavoravano in un cantiere e trasportavano le pietre che servivano per costruire un muro con una sorta di barella. La donna prendeva i manici anteriori, l'uomo quelli posteriori e su questa barella trasportavano le pietre. I due però rincasavano insieme ed era ovviamente stanchi morti. L'uomo allora si lamentava che all'ora di cena non era mai pronto da mangiare. Allora la donna gli disse "Ma perché non metti una ruota davanti alla barella al posto mio?". Fu l'illuminazione. L'uomo creò la carriola e così poteva andare a lavorare da solo. La donna invece poteva restare a casa, senza più dover sopportare le lamentele del compagno.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento