AgroInnovation Award, premiata anche la tesi di un neo-laureato veronese

Si chiama Marco Gobbetti ed ha analizzato l'utilizzo di acque reflue secondarie come fonte alternativa per l'irrigazione

I vincitori del premio AgroInnovation Award

Le tesi esaminate sono state 117 e 13 gli studenti premiati. Questi i numeri della seconda edizione dell'AgroInnovation Award, che premia gli studenti distintisi grazie ad una tesi di laurea dai contenuti altamente innovativi. L'iniziativa nazionale è promossa da Image Line, azienda hi-tech italiana specializzata nelle soluzioni digitali per l'agricoltura, in collaborazione con l'Accademia dei Georgofili.

La commissione tecnica che ha esaminato le candidature, composta da membri dell'Accademia ed esperti del settore, ha selezionato sei tesi di laurea triennale alle quali è stato assegnato un premio del valore di 500 euro e sette tesi di laurea magistrale per le quali è stato istituito un premio del valore di 1.000 euro.

Tra i premiati anche uno studente veronese, Marco Gobbetti, neo-laureato all'università di Bologna. È stato premiato per la tesi di laurea magistrale «Wastewater as an alternative source for irrigating horticultural crops: investigating Escherichia coli root internalization on GF 677 (Prunus persica x Prunus amigdalus)». Ha analizzato l'utilizzo di acque reflue secondarie come fonte alternativa per l'irrigazione, dimostrando con i risultati ottenuti che questa tecnica potrebbe rappresentare una fonte alternativa per l'irrigazione di colture arboree e, in conseguenza, un’ottima soluzione ai problemi di crisi idrica determinati negli ultimi anni dal cambiamento climatico nelle aree del mediterraneo.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento