Tosi: "Emergenza strade? Non è la giunta a sbandare, ma Bertucco, sempre impreparato"

Il sindaco risponde duramente alle critiche mosse ieri alla sua amministrazione da parte dell'opposizione scaligera. Intanto però salgono a 170 le segnalazioni di risarcimento danni

Continua il botta e risposta sulla situazione delle strade del comune, devastate dalle buche al punto di essere incredibilmente pericolose. Mentre ieri il Pd cittadino, attraverso le parole dei consiglieri Bertucco e La Paglia, ha denunciato la “sbandata” della giunta Tosi, quest'oggi è proprio il sindaco a prendere di nuovo la parola e rispondere alle critiche.

IMPREPARATI - Il primo cittadino replica duramente alle parole dell'opposizione: “Quello che sbanda in continuazione, e non è colpa delle strade, è il consigliere Bertucco che attribuisce alla giunta la confusione che nasce invece dalla sua impreparazione. I due milioni - mette in chiaro Tosi - dell'avanzo di amministrazione 2012 che saranno usati per l'emergenza strade non hanno nulla a che vedere con i tre milioni stanziati da 5 delibere tra ottobre e dicembre per lavori già finanziati e con gara d'appalto in corso (rotatoria Croce Bianca per Corso Milano 1,1 milioni; manutenzioni straordinarie di via Belfiore e zone limitrofe 350mila euro, di via Pasteur 450mila, di via Copernico 150mila, marciapiedi di via Da Vico, Via Fincato e Via Barana in zona Porta Vescovo 200mila euro, manutenzione straordinaria Zona industriale Bassona 200mila euro, manutenzione strade e marciapiedi comunali per interventi di emergenza 500mila euro). D'altra parte - continua la nota del sindaco - non è la prima sbandata: tra le più memorabili quelle della preannunciata chiusura dell'ospedale di Borgo Roma e della proclamata morte dell'aeroporto. Le buche sulle strade - conclude spietato il primo cittadino veronese - si possono riparare, quelle nella preparazione di Bertucco temo di no”

LE SEGNALAZIONI - Intanto, però, mentre la politica discute con sé stessa, il problema persiste, ed è anzi sempre più serio. Numeri alla mano, infatti, l'emergenza strade appare immediatamente molto grave. Dall'inizio dell'anno, infatti, sono già 170 le richieste di risarcimenti danni inviate al Comune da parte soprattutto di automobilisti. E oltre il 70 per cento di tali richieste è dovuto proprio alle buche sulle strade. Per la copertura assicurativa con la società Cattolica, nell'ultimo anno il Comune ha speso più di 1,2 milioni di euro. Nel 2012 erano state 325 le richieste di risarcimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Incidente e incendio, un camion va a fuoco: traffico in tilt sulla tangenziale sud

  • Cambia la viabilità di Verona per il Venerdì Gnocolar: ecco i provvedimenti

  • Musicista torna in Molise da Verona: «Per il coronavirus, prevenzione bassa»

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 21 al 23 febbraio 2020

  • Aveva un tumore al collo, neonata operata durante il parto a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento