"Da tre a due milioni per le strade, la giunta è nel caos" Il Pd critica ancora Tosi

Continua la polemica contro il sindaco e la sua amministrazione, incapaci secondo l'opposizione scaligera di mantenere le promesse fatte sulla manutenzione delle arterie cittadine

Continua il botta e risposta tra l'amministrazione comunale e l'opposizione sul tema della manutenzione stradale: dopo le critiche piovute sulla giunta Tosi e la conseguente risposta del sindaco, sono di nuovo i membri del Pd Michele Bertucco ed Elisa La Paglia a prendere la parola, commentando il bilancio esposto dal sindaco.

CAOS IN GIUNTA - "A quanto pare - scrivono i due consiglieri comunali di minoranza in una nota - non sono solo le strade ad aver bisogno di una aggiustatina ma anche la giunta dove sembra regnare il caos. Vedi il calderone di dichiarazioni contraddittorie a proposito dei fondi necessari alla manutenzione delle strade comunali: da settimane si promette lo stanziamento di tre milioni di euro per coprire le voragini che minacciano l'incolumità di ciclisti e motociclisti. Ieri però l'assessore alle strade e giardini Gigi Pisa ha affermato che quei soldi non ci sono e che comunque la competenza delle strade non è sua ma dell'assessore Lella. Intanto il sindaco, per prendere tempo, annunciava di voler attendere il bel sole per fare i lavori. Oggi, sempre dal sindaco, veniamo invece a sapere che i milioni disponibili sarebbero soltanto due e che comunque non saranno rilasciati in tempi brevi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

QUALE VERITA' - "Quanto  - si chiedono ancora Bertucco e La Paglia - durerà ancora questa situazione e questo scaricabarile? Quanti soldi saranno effettivamente disponibili e quali investimenti vogliono sacrificare? Dopo anni di investimenti non fatti e promesse mancate le buche vengono "al pettine". Per cercare di capirne di più il gruppo consiliare del Partito Democratico ha chiesto con urgenza la convocazione dell'apposita commissione consiliare. Se il sindaco non sa cosa fanno gli assessori e viceversa - concludono i consiglieri Pd -  chissà che riunendoli tutti in una stanza non si riesca a venirne a capo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in vigore la nuova ordinanza firmata da Zaia: cosa cambia a Verona

  • Coronavirus in Germania, la testimonianza di un veronese: «Niente quarantena e allarmismo in TV»

  • «A Verona 140 mila quintali di fragole da raccogliere: servono 3 mila lavoratori»

  • Coronavirus, nuovi casi positivi a Verona ma rallentano ricoveri e decessi

  • In 24 ore 15 morti positivi al virus nel Veronese: frenano contagi e ricoveri. Veneto: 9.177 casi

  • Da Brescia a Verona, per 15 dottoresse ed infermiere "future spose" in regalo la torta

Torna su
VeronaSera è in caricamento