Blitz notturno in città della Polizia locale, al lavoro il cane Pico: droga sequestrata

L'operazione è scattata nella serata di venerdì, nelle aree maggiormente frequentate dai giovani in centro e a Veronetta: gli agenti hanno recuperato marijuana e hashish, oltre ad identificare 30 persone

La sostanza stupefacente trovata nell'operazione

Marijuana e hashish sequestrata dalla Polizia locale e 30 persone identificate. È questo il frutto della prima operazione notturna realizzata, venerdì sera, dal cane Pico e da sei pattuglie della Polizia locale, nelle aree frequentate dai ragazzi a Veronetta e in centro città.

L’operazione, scattata alle 20 e conclusasi dopo mezzanotte, ha riguardato dapprima i giardini di Alto San Nazaro e via San Nazaro. Entrambe le zone erano già state battute dall’unità cinofila fin dal 18 dicembre, giorno ufficiale di entrata in servizio dal cane Pico. Nelle aiuole del parco sono stati ritrovati vari sacchetti di marijuana, mentre nella via è stata rinvenuta per terra una modica quantità di droga, vicino ad alcune persone controllate. Nessuno, però, è stato trovato in possesso di stupefacente. Gli agenti hanno proseguito le verifiche anche all’interno di tre esercizi commerciali della zona.

Droga rinvenuta dal cane Pico-2

L’attività di controllo si è poi spostata in centro città con sopralluoghi in Corte Sgarzerie, Corte Quaranta, piazzetta San Mamaso e nell’area di piazza Erbe. Anche in questo caso, è stata trovata droga nascosta nei pressi di luoghi frequentati dai giovani. In Corte Sgarzerie, gli agenti hanno rinvenuto, dietro al cestino dell’immondizia, hashish e marijuana oltre a un grinder per tagliare lo stupefacente. Queste aree sono video sorvegliate e le indagini, grazie alle immagini fornite dalle telecamere di controllo, sono tuttora in corso. All’arrivo degli agenti, infatti, alcuni giovani si sono allontanati frettolosamente.
In più, in piazza Erbe, sono stati multati una decina di veicoli per divieto di sosta.

«La nostra lotta contro lo spaccio e contro i venditori di morte è costante – ha detto l’assessore alla Sicurezza Daniele Polato –. Non si concentra solo nelle scuole, ma in tutti i luoghi della città frequentati dai giovani. Riserviamo particolare attenzione alla tutela dei minorenni. Adesso che abbiamo istituito il Nucleo Antidroga, possiamo condurre giorno e notte queste operazioni di prevenzione. Solo con l’impegno costante e il monitoraggio del territorio si combatte il fenomeno odioso dello spaccio e si contribuisce a garantire maggiore tranquillità ai genitori. In più, intensificheremo il controllo di bar ed esercizi che servono alcolici ai minorenni. Per questo chiediamo ai cittadini massima attenzione e li invitiamo a continuare ad informare la Polizia nel caso vedessero qualcosa di sospetto. Il loro aiuto è fondamentale».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Droga rinvenuta nell'operazione-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nel Veronese le persone "positive" sfiorano le 1800 unità

  • A Verona 5 nuovi morti positivi al coronavirus: crescono a 514 i ricoveri, di cui 103 in intensiva 

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus a Verona: toccata quota 100 ricoveri in intensiva

  • Altri 81 casi positivi al coronavirus nel Veronese, sono saliti a 1.228

  • «Focolaio di Coronavirus nel carcere di Verona: una quindicina di agenti positivi»

  • In Veneto 125 minorenni positivi al coronavirus, 18 sono veronesi

Torna su
VeronaSera è in caricamento