rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Interviste

Regione, sinistra in allarme: "Il bilancio una vergogna"

Pronta una contromanovra del Pd al testo finanziario presentato dalla giunta regionale

Il guanto di sfida è stato lanciato ed è di quelli che non possono essere ignorati. A lanciarlo è il Pd, che a partire da domani presenterà in consiglio regionale una contromanovra al Bilancio del Veneto stilato per il 2011 dalla maggioranza. A presentare l’iniziativa del principale partito d’opposizione sono stati il segretario provinciale Vincenzo d’Arenzo e, soprattutto, Franco Bonfante e Roberto Fasoli, che siedono direttamente in consiglio regionale.

La controproposta che il Pd presenterà in consiglio regionale si compone di cinque temi sui quali i tagli, secondo gli esponenti del partito di minoranza, devono essere ridimensionati. Nel dettaglio il Partito democratico punta il dito contro le sforbiciate su lavoro e sviluppo, salute, istruzione, trasporto e tutela del territorio. Ad esempio, c’è la richiesta di un piano straordinario per la difesa idraulica e la sistemazione idrogeologica del territorio che, attraverso lo stanziamento straordinario di 100milioni di euro nel 2011 e 2,5miliardi in dieci anni dia copertura economica alla sistemazione di tutte quelle criticità, come ad esempio quella dell’Alpone, che da tempo sono congelate.

“La giunta regionale del Veneto ha proposto un Bilancio che provocherà danni su tutto il territorio – ha esordito D’Arienzo – ed in particolar modo colpirà pesantemente lo sviluppo economico e sociale di tutta la Regione”. Come sempre, Fasoili non ha peli sulla lingua: “La giunta regionale ha stilato un bilancio da vergogna. Mancano 500milioni di euro e questo è per colpa del centrodestra, del Governo ed anche della passata amministrazione regionale”.


Franco Bonfante si sofferma sulle ricadute che i tagli di Venezia avranno su Verona e che, secondo lui, “saranno incredibili”. “Saranno penalizzate tutte quelle famiglie e quelle persone che già versano in uno stato economico di difficoltà – ha chiarito l’esponente del Pd – in particolare a causa dei tagli alle Ulss ed agli aiuti ai disabili”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, sinistra in allarme: "Il bilancio una vergogna"

VeronaSera è in caricamento