Al Mater Salutis inaugurata la nuova macchina per la Tac

Ora i pazienti ricoverati al pronto soccorso di Legnago non dovranno muoversi per le radiologie

Al Mater Salutis inaugurata la nuova macchina per la Tac

L’Ulss 21 ha inaugurato oggi al pronto soccorso dell’pspedale Mater Salutis di Legnago la nuova macchina per la Tac alla presenza dell’assessore alle Politiche sanitarie Luca Coletto e di assessori e consiglieri provinciali e regionali, sindaci, medici di medicina generale, rappresentanti di associazioni di volontariato e case di riposo, forze dell’ordine, personale interno all’azienda sanitaria e personalità che hanno contribuito alla realizzazione e al completamento del pronto soccorso del Mater Salutis.

A distanza di circa due anni dalla sua inaugurazione (Il 14 dicembre 2009), che ha prodotto l’ampliamento di 300 mq e la realizzazione di interventi tutti volti ad accrescere la funzionalità e il grado di accoglienza sia all’interno che all’esterno della struttura, è entrata in funzione questa nuova apparecchiatura costata, compreso i lavori di installazione, circa 500mila euro, che completa il quadro dell sua dotazione strumentale di diagnostica per immagini. Il pronto soccorso oggi risulta dotato, oltre della nuova Tac, di un ecografo ed ecodoppler d’urgenza, di una radiologia diagnostica convenzionale, che da gennaio ad oggi hanno effettuato 9.751 esami radiologici richiesti dal pronto soccorso e 1.552 esami richiesti in urgenza, con ricetta rossa, dai medici di medicina generale.

"Con l’installazione della Tac il personale della radiologia, tecnici e radiologi, è presente 24 ore su 24 in pronto soccorso - spiega Giulio Cesaro, direttore del Servizio di radiologia diagnostica - garantendo l’espletamento di tutte le indagini richieste senza ulteriori percorsi dei pazienti all’interno

dell’ospedale". Il pronto soccorso di Legnago serve un’utenza di circa 200mila persone e nel 2010 sono state effettuate circa 75mila dimissioni (tra il pronto soccorso di Legnago e il punto di primo intervento di Bovolone).

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento