Alcuni santi venerati sulle sponde del Lago di Garda: San Giovanni Nepomuceno

È il santo a cui si rivolge chi rischia di morire annegato e per questo non è raro trovare sue rappresentazioni vicino a laghi e fiumi

Via San Giovanni a Garda (Foto Gmaps)

Il calendario lo ricorda il 16 maggio e si chiama Nepomuceno perché nacque a Napomuck, nell'attuale Repubblica Ceca, nel 1349. Morì a Praga nel 1393. Visse dunque meno di 50 anni e la sua vita da sacerdote durò poco più di un decennio, la sua ordinazione infatti risale al 1380.

Studioso di diritto, si laureò a Padova prima di tornare a Praga fu martirizzato a causa dei suoi contrasti con l'imperatore Venceslao IV. Incarcerato, Giovanni Nepomuceno fu torturato pur di farlo piegare al potere dell'imperatore. Il sacerdote non chinò il capo e così fu ordinata la morte. Fu messo in catene e gettato nel fiume Moldava.

Per la sua origine, è un santo patrono della Boemia, ma la sua venerazione è molto diffusa soprattutto per via del suo martirio. A lui infatti si rivolgono le persone che rischiano di morire annegate e per questo che le sue immagini sono molto frequenti in prossimità di fiumi, laghi e mari. Nei d'intorni del Lago di Garda, immagini di San Giovanni Nepomuceno si trovano a Garda, ma anche a Valeggio sul Mincio. Nel veronese, lo si può trovare anche a Cazzano di Tramigna e Monteforte d'Alpone.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento