Naufragio di Rimini. Premiati i vigili del fuoco che salvarono 2 veronesi

Erano 6 in tutto le persone a bordo del natante che finì contro gli scogli in quel drammatico pomeriggio del 18 aprile 2017, a causa di un improvviso peggioramento delle condizioni meteo che colsero di sorpresa il timoniere

Un'immagine dei soccorsi

Il 4 dicembre il corpo dei vigili del fuoco ha festeggiato la sua patrona, Santa Barbarba, in tutta Italia. A Rimini però l'occasione è stata colta anche per premiare gli autori del salvataggio della barca a vela Di Più, avvenuto il 18 aprile del 2017, che a causa del mare in burrasca si era schiantanta contro gli scogli del porto romagnolo. Fu un improvviso peggioramento meteo ad impedire al timoniere di tenere sotto controllo l'imbarcazione da 15 metri che andò a naufragare in quel drammatico pomeriggio, con la forza del mare che più volte fece picchiare lo scafo contro la diga foranea.

Erano 6 le persone a bordo del natatante, tutte originarie della zona veronese, ma solamente 2 si salvarono, nonostante gli sforzi profusi dai pompieri. Come riportano i colleghi di RiminiToday, ad avventurarsi tra le onde della burrasca erano stati il Саро Squadra Davide Girometti e i vigili Paolo Bellosi, Davide Venturini е Alessandro Pari che, in un anfratto tra gli scogli, avevano individuato la mano del dottor Carlo Calvelli gravemente ferito ma ancora vivo. Ripetutamente sbalzati dalla burrasca, il personale del 115 aveva deciso di abbandonare le funi di sicurezza alle quali erano assicurati per poter lavorare senza impedimenti e, in un ultimo e disperato tentativo, erano riusciti ad afferrare l'ex otorinolaringoiatra per la cintura per poi issarlo e portarlo in salvo affidandolo, poi, alle cure dei sanitari del 118.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Per lo stesso salvataggio, il comandante della Capitaneria di Porto ha consegnato, alla presenza del Prefetto, la "Medaglia di Bronzo al Merito di Marina", tributata dal Ministro della Difesa al 2° Capo Fabio Foti, militare in servizio presso la Capitaneria di porto di Rimini, per il soccorso prestato all’unità da diporto “Di Più”. La motivazione dell’onorificenza attribuita è: "Comandato a prestare soccorso a favore di un’imbarcazione, con sei persone a bordo, naufragata e incagliata sulla scogliera frangiflutti del molo di levante nel porto di Rimini, si precipitava sul posto e, con determinazione, altruismo e notevole perizia marinaresca, prestava i primi soccorsi ad uno dei naufraghi già sugli scogli e in evidente stato confusionale. Nel contempo richiedeva e coordinava perentoriamente l’intervento del 118 e del nucleo sommozzatori dei Vigili del Fuoco. La sua condotta risultava in tal modo determinante per il salvataggio di un altro naufrago. Dopo essersi fatto sommariamente medicare dalle ferite procuratesi sugli scogli, continuava fino al mattino successivo a cooperare alle ricerche degli altri quattro membri dell’equipaggio dispersi. Bella figura di Sottufficiale che con il suo operato ha dato lustro e decoro al Corpo di appartenenza e alla Marina Militare. Rimini, 18 e 19 aprile 2017".

Il comandante provinciale dei vigili del fuoco di Rimini, Pietro Vincenzo Raschillà, ha voluto evidenziare соmе oltre all'eccezionale atto di coraggio е le evidenti doti professionali dimostrate dai quattro vigili del fuoco premiati, questo drammatico intervento abbia visto l'intero Comando di Rimini impegnato al massimo delle proprie possibilità in una terribile corsa contro il tempo nella speranza di trarre in salvo il maggior numero di persone possibile. L'organizzazione generale dei soccorsi attuata fu infatti assai complessa ed articolata coinvolgendo sia le squadra di terra che quelle specializzate del soccorso acquatico е l'elicottero del Nucleo Regionale di Bologna. Presente alla cerimonia, il dottor Calvelli ha voluto riabbracciare i suoi 4 angeli custodi, cosi соmе lui stesso ha voluto definirli, con i quali si е creato un sincero е profondo rapporto di amicizia personale che viene coltivato anche nell'ambito delle rispettive famiglie.

Le celebrazioni della santa patrona, con la consueta cerimonia che si е svolta presso la sede del comando dei vigili del fuoco di via Varisco, hanno visto la presenza del Prefetto di Rimini Alessandra Camporota che ha visitato la caserma e si sono concluse presso la Chiesa S. Maria dell' Annnunziata della Colonnella, dove come da tradizione viene ricordata congiuntamente Santa Barbara che accomuna i vigili del fuoco di Rimini, la Capitaneria di Porto ed il 121° Reggimento Artiglieria di stanza nella caserma Giulio Cesare.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Divieti di sosta e transito per la Gensan Romeo&Giulietta Half Marathon

  • Attualità

    Foibe, l'evento dell'Anpi si è tenuto e per la Kersevan si cerca nuova sede

  • Cronaca

    Amadou Càmara, storia di una morte indifferente nella città dell'amore

  • WeekEnd

    Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 febbraio 2019

I più letti della settimana

  • "Adrian", spettacolo sospeso e polemiche. Casali: «Un fallimento, restituite il Camploy»

  • Tamponamento sull'A22 vicino a Rovereto, muore manager veronese

  • Dopo la condanna e la diffida, Lyoness si difende a annuncia un ricorso

  • Truffa dello specchietto. La Polizia Municipale mette in guardia i veronesi

  • Tra il lago di Garda e il Mincio, partono le ricerche del corpo di Brenda

  • Bovolone, anziana mette soldi e ori in frigo e un finto tecnico li porta via

Torna su
VeronaSera è in caricamento